Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Omicidio Ciatti: "difetto di procedibilità", rilasciato il ceceno detenuto in Italia

 Niccolò Ciatti  - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Seguici su
La famiglia e i legali temono ora che il processo possa celebrarsi in contumacia.
La Corte di assise di Roma ha emesso un provvedimento di liberazione per Rassoul Bissoultanov, il giovane di origine cecena che nel 2017 uccise Niccolò Ciatti, 22enne di Scandicci, di fronte ad una discoteca a Lloret de Mar, in Spagna.
La corte ha motivato la scarcerazione di Bissoultanov, arrestato nel febbraio di quest'anno, con un "difetto di procedibilità", in quanto lo stesso "non era presente sul territorio italiano quando è stata emessa la misura di custodia cautelare nei suoi confronti".
La decisione ha suscitato rabbia e sgomento nei familiari di Niccolò, a partire dal padre Luigi Ciatti, che ha reso nota la notizia.

"Ci restano solo amarezza, tristezza, lacrime e rabbia: non riusciamo a dare un minimo di giustizia a Niccolò. Non riesco a pensare a mia moglie: siamo distrutti in tutto e per tutto".

Una scarcerazione che sa di beffa, ancor più che la prima udienza del processo per omicidio volontario a carico di Bissoultanov si sarebbe dovuta tenere il prossimo 18 gennaio davanti al Tribunale di Roma.
Ora, il timore del legale della famiglia Ciatti, Agnese Usai, è che l'assassino possa essersi allontanato e che il rito debba essere celebrato in contumacia.
Sconcertato anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che ha confermato la propria vicinanza "alla famiglia", con la quale ha affermato di condividere la battaglia "per una giustizia giusta e veloce contro gli assassini del ragazzo", auspicando "quantomeno una spiegazione esauriente dell'accaduto.
Una scarcerazione, quella di Bissoultanov, che "desta rabbia e sconcerto" anche per Susanna Ceccardi, eurodeputata della Lega, che definisce "incredibile che dopo quattro anni e mezzo, con le immagini di quel terribile calcio che non lasciano spazio a molti dubbi, la vicenda giudiziaria sia ancora a questo punto''.
Esprime vicinanza alla famiglia Ciatti anche Giovanni Donzelli, deputato fiorentino di Fratelli d'Italia, che ha annunciato un'interrogazione parlamentare sul caso.

L'omicidio Ciatti

Niccolò Ciatti è rimasto vittima di un furioso pestaggio davanti ad una discoteca di Lloret del Mar, celebre località turistica della Catalogna.
A causa delle gravi ferite riportate, il giovane morì in ospedale il giorno successivo. I tre giovani ceceni responsabili dell'accaduto, in seguito rifugiatisi in Francia, furono individuati immediatamente.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала