Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La manovra ottiene via libera della Camera, FdI protesta: "È avvenuto uno scandalo"

© AFP 2021 / Andreas SolaroIl parlamento italiano
Il parlamento italiano - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Seguici su
La legge di Bilancio prevede importanti novità, tra cui il taglio dell'Irpef, i fondi per la transizione ecologica e l'assegno unico per i figli. Lollobrigida annuncia una lettera di protesta a Mattarella, flash mob di FdI davanti alla Camera.
La Camera ha dato stamattina il via libera alla legge di Bilancio, con 355 voti a favore e 45 contrari.
Il provvedimento è stato blindato dal governo, che ha posto la questione di fiducia, approvata ieri dai deputati con 414 sì, 47 no e un astenuto. Fratelli d'Italia protesta con un flash mob davanti alla Camera e annuncia una lettera di denuncia al presidente della Repubblica.
Durissimo il capogruppo alla Camera, Francesco Lollobrigida, che parla di una "maggioranza sgangherata, insieme solo per amore delle poltrone", definendo la manovra "sbagliata, senza visione e prospettiva".
"Sulla Finanziaria è avvenuto qualcosa di scandaloso, - ha spiegato - per questo Fratelli d'Italia invierà al Presidente della Repubblica una lettera di denuncia di quanto sta accadendo raccontando punto per punto la trattazione di questo documento".
"Un documento - prosegue - che non è stato discusso e non lo dice l'opposizione ma la commissione Finanze, che ha rifiutato di dare il suo parere sulla legge perché è impossibile esaminare in poche ore un testo che dà 30 mld di euro. La sinistra, nel 2018, con una tempistica molto più ampia, decise di rivolgersi alla Corte costituzionale e allora la Cartabia specificò che era sbagliato agire in questo modo".
Nella lettera al Capo dello Stato, FdI denuncerà "il monocameralismo di fatto che si sta instaurando in Italia. Vorremo che Mattarella intervenisse su questo tema, desse la possibilità ai cittadini di avere riposte. Esistono delle garanzie costituzionali che devono essere valide", conclude.

Le principali novità in manovra

Tra i punti principali su cui si è concentrato il lavoro del governo e delle Commissioni parlamentari nelle scorse settimane, il taglio dell’Irpef, la conferma e il rifinanziamento del Superbonus 110% e del Reddito di cittadinanza, l’assegno unico per i figli e altri bonus inseriti in Manovra.

I bonus per la casa

Gran parte della Manovra è stata dedicata ai bonus legati all’abitazione, ecco i principali:
il Superbonus al 110% è stato rinnovato fino alla fine del 2022 per tutti, anche per le villette unifamiliari, a prescindere dal reddito. L’unica condizione è effettuare il 30% dei lavori entro il 30 giugno.
Per i condomini e gli edifici di 2-4 unità immobiliari il Superbonus è valido fino al 2025, con una riduzione dal 2024 al 70% e l’anno successivo al 65%.
Confermati fino al 2024 i bonus ristrutturazioni, ecobonus, sismabonus, e bonus mobili ed elettrodomestici con tetto di 10.000 euro per il 2022 e 5.000 euro per gli anni successivi.
Ultimo anno per il bonus facciate al 60%.
Bonus al 75% per abbattere le barriere architettoniche e bonus idrico, TV e decoder.

Gli altri punti della legge

Nella Manovra è stato cancellato il tetto di 240mila euro, in vigore dal 2011, per i dirigenti della PA. La misura vale anche per le aziende partecipate non quotate.
Presso il Mise nasce il Fondo per il sostegno alla transizione industriale: 150 milioni di euro dal 2022, per favorire l'adeguamento del sistema produttivo alle politiche europee.
Nel 2022 viene prorogato con 2 milioni di euro il credito d'imposta al 15% per l'innovazione tecnologica finalizzata alla transizione ecologica o all'innovazione digitale 4.0.
Rinnovata Garanzia green, con nuovi stanziamenti per il 2022 pari a 565 milioni, destinati alla copertura delle garanzie sui finanziamenti a favore di progetti del Green New Deal, per un impegno massimo della Sace pari a tre miliardi.
Viene istituito il Fondo per la strategia di mobilità sostenibile, con due miliardi dal 2023 al 2034 per il rinnovo del parco autobus locale, l'acquisto di treni ad idrogeno, la realizzazione di ciclovie, lo sviluppo del trasporto merci su ferro, l'adozione di carburanti alternativi per navi ed aerei e il rinnovo dei mezzi per l'autotrasporto.
Nasce il Fondo italiano per il clima, con una dotazione di 840 milioni di euro all'anno dal 2022 al 2026 e di 40 milioni dal 2027. Lo scopo è il raggiungimento degli obiettivi stabiliti negli accordi internazionali ai quali l'Italia ha aderito.

Agevolazioni per i giovani

Il governo ha deciso di rendere strutturale il bonus cultura per i diciottenni, grazie alla App18.
Si tratta di una carta speciale per l’acquisto di spettacoli, libri, quotidiani, musica e film, mostre, aree archeologiche e parchi, ma anche corsi di musica, teatro e lingua.
Le agevolazioni fiscali per il rientro dei cervelli si estendono a docenti e ricercatori tornati in Italia anche prima del 2020.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала