Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gkn, la roadmap della nuova proprietà. Fim Cisl: “Positivo, ma attendiamo concretezza”

La Gkn Firenze - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Seguici su
Per la primavera sono attese le offerte vincolanti e in estate l’acquisto definitivo. Nel frattempo, partirà la riconversione del sito con la formazione del personale e la cassa integrazione per i lavoratori.
La società QF, Quattro F come “Fiducia nel Futuro della Fabbrica di Firenze”, di Francesco Borgomeo ha illustrato nel primo tavolo al ministero dello Sviluppo economico il cronoprogramma che porterà entro agosto del 2022 al completamento del trasferimento del ramo d’azienda della Gkn di Campi Bisenzio.
Dopo l’annuncio dei licenziamenti da parte del fondo Melrose, lo scorso 9 luglio, la soluzione per i 380 dipendenti è arrivata il 23 dicembre, a pochi giorni da Natale, con la decisione della società QF di acquistare il 100% di Gkn Driveline Firenze.
Ieri, Borgomeo ha parlato dei passi che porteranno alla conclusione dell’accordo in estate, ma che partiranno già a gennaio, con la firma di accordi di riservatezza, due diligence, visita al sito e la raccolta delle manifestazioni d'interesse.

Le offerte vincolati sono attese per marzo-aprile e poi ci sarà la fase negoziale. “Penso ce la faremo a concludere per agosto, spero anche prima. C’è bisogno di serenità e di pazienza, le cose le faremo”, ha detto Borgomeo.

E sull’ammortizzatore “troveremo un accordo, il percorso lo stiamo impostando bene e le istituzioni sono ben disposte. Io sono sereno e ho le idee molto chiare”.

I sindacati attendono concretezza

Per i lavoratori di Gkn, QF ha proposto due mesi di Cassa integrazione ordinaria, successivamente Cig per transizione e poi, al termine del closing, quella per riconversione.
Per Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim-Cisl, e Stefano Boschini, coordinatore nazionale Fim-Cisl, “il percorso sarà positivo solo quando si concretizzeranno i piani industriali occupando la totalità dei lavoratori”.
“Oggi questa sicurezza e certezza nessuno ce l’ha, pertanto è indispensabile che tutti i soggetti coinvolti, dal sindacato alle istituzioni, vigilino sul rispetto delle tempistiche illustrate e dei processi che si devono compiere”, recita la nota.
Uliano e Boschini sottolineano la necessità di trasformare le “linee guide presentate” in “accordi da rispettare” con “tempi certi di coinvolgimento e di verifica”.

Tre player interessati allo stabilimento

Secondo le prime notizie, sono tre i soggetti interessati all’acquisto della Gkn, ma se ne conoscono solo i settori di competenza e non i nomi.
Il primo è un’azienda italiana con più di mille dipendenti che sta cercando un impianto per la produzione di macchinari per l’industria farmaceutica.
Poi si sarebbe fatta avanti una società, anch’essa italiana e quotata in borsa, impegnata in componenti per il fotovoltaico, che cerca di un sito per la produzione di inverter.
Infine, una holding finanziaria che ha già investito nella componentistica meccanica.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала