Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Diplomatico norvegese critica capo della NATO Stoltenberg: “Dovrebbe allentare tensioni con Russia”

© AP Photo / Francois LenoirIl segretario generale della NATO Jens Stoltenberg
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Seguici su
Secondo l'ex ambasciatore norvegese della NATO, Kai Eide, l'alleanza dovrebbe pensare a disinnescare le tensioni, astenendosi da un linguaggio inutilmente duro e piuttosto cercando di rassicurare la Russia, che ha i suoi legittimi interessi.
Mentre le relazioni tra la NATO e la Russia hanno probabilmente raggiunto un nuovo minimo, tra reciproche accuse e la continua espansione verso Est che Mosca cerca di fermare, l'ex ambasciatore della NATO e alto diplomatico norvegese Kai Eide, ha rimproverato il segretario generale dell’Alleanza, Jens Stoltenberg.
Secondo Eide, la situazione tra Nato e Russia è pericolosa e andrebbe gestita con maggior cautela. Il diplomatico in pensione ha sottolineato che mentre il linguaggio è stato inutilmente duro da entrambe le parti, Mosca ha la "tradizionale paura" di essere circondata dalla NATO. Pertanto, la retorica deve essere attenuata, ha sostenuto.

"Dobbiamo rassicurare i russi. Jens deve cambiare rotta e utilizzare il tempo che gli rimane alla NATO per calmare il conflitto. Le parole creano sospetti, significano qualcosa. Entrambe le parti hanno interessi legittimi, quindi dobbiamo trovare soluzioni che riflettano entrambe le parti", ha detto Eide a TV2.

Eide ritiene che la situazione sia diventata la più pericolosa dalla caduta del muro di Berlino nel 1989. Ritiene che la NATO debba tenere conto del fatto che anche la Russia ha interessi legittimi, allo stesso modo della NATO e dell'Ucraina.

"Non c'è una soluzione chiara, va trovata, discussa, e diventa difficile, perché entrambe le parti sono andate troppo oltre. Ora devi sederti e negoziare soluzioni valide per tutti", ha detto Eide a TV2.

Eide ha affrontato l'affermazione di Stoltenberg, secondo la quale il tempo delle grandi potenze che hanno le proprie sfere di interesse sarebbe finito.
"Quando Stoltenberg dice che non ci sono più sfere di interesse, sbaglia. Certo che ci sono. E tutte le maggiori potenze operano in ogni momento, attraverso una politica delle sfere di interesse. Gli Stati Uniti lo fanno, la Cina lo fa, la Russia lo fa. Accettalo e non fingere di essere in un mondo in cui non è così", ha detto Eide all'emittente televisiva.
Pur definendo inaccettabile l'"annessione" della Crimea da parte della Russia nel 2014, così definita quella che invece Mosca considera al contrario una legittima riunificazione a seguito di un regolare referendum, Eide ha anche sottolineato che l'adesione dell'Ucraina alla NATO, che la Russia ha definito una linea rossa, porterebbe effettivamente a una forte escalation di tensioni in tutta Europa, toccando anche la Norvegia. Pertanto, ha esortato il connazionale Stoltenberg a cambiare il suo stile.

"Le autorità norvegesi devono essere più equilibrate di quanto vediamo oggi. Dobbiamo costruire un ponte di sicurezza. È importante astenersi dalla retorica, che infiamma la situazione e la rende più pericolosa di quanto dovrebbe essere", ha concluso il diplomatico.

Eide è stato un diplomatico di carriera e ha servito come ambasciatore della Norvegia presso la NATO per quattro anni, a partire dal 2002. A quel tempo, ha partecipato a diverse riunioni del Consiglio NATO-Russia. Caro amico del padre di Jens Stoltenberg, Thorvald Stoltenberg, che, tra le altre cose, era ministro degli esteri norvegese, Eide spostò l'allineamento dal conservatore al laburista, diventando compagno di partito degli Stoltenberg.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала