Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, Bassetti: "Omicron è una roulette russa per i non vaccinati"

© Foto : FacebookMatteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 30.12.2021
Seguici su
Per il virologo il governo avrebbe dovuto usare di più e arrivare all'obbligo vaccinale e alle misure per farlo rispettare. Previsti 150-200 mila casi giornalieri nel prossimo mese.
"Con la variante Omicron per i non vaccinati è una roulette russa". Il professor Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive del San Martino di Genova, commenta a L'aria che tira, su La7, l'impennata di contagi, che ieri hanno sfiorato quota 100 mila. Per il mese di gennaio si prevedono 150-200mila casi giornalieri.
"In una popolazione vaccinata - chiarisce - significherà che i vaccinati che si contagiano faranno una forma molto blanda della malattia. Per i non vaccinati invece è una roulette russa. Se c’è ancora qualcuno che non si vaccina, pace all’anima sua".
In merito alle nuove misure adottate ieri in Consiglio dei Ministri, Bassetti ritiene che "si sarebbe potuto osare un po’ di più arrivando all’obbligo vaccinale, ma ne stiamo parlando nel momento peggiore: stiamo arrivando ai 200mila contagi al giorno, non si impone l’obbligo nel pieno della quarta ondata. Bisognava discuterne 3-4 mesi fa", dice Bassetti.
"Oltretutto - aggiunge - il problema non è il varo delle norme: poi bisogna far rispettare le regole e controllare. Se c’è una norma bisogna farla rispettare, altrimenti lo stato perde credibilità".
Ieri in Italia è stato toccato il record di contagi dall'inizio della pandemia di Covid-19, più di 98 mila casi di positività in un solo giorno. Anche Walter Ricciardi si è detto convinto che non si tratta del picco della nuova ondata, ma i contagi sono destinati a salire e raggiungeranno presto quota 200.00 al giorno.
"Prevedevo 100mila casi a gennaio. Li abbiamo a dicembre. Di questo passo, con la variante Omicron a gennaio ne avremo 200mila, 300mila", è stato l'allarme lanciato dal collaboratore di Speranza.
L'esperto ha spiegato che se "la variante Delta aveva cambiato le carte in tavola, Omicron ha sconvolto tutto".
"Il ritmo di crescita dei casi è qualcosa che non abbiamo mai visto. I contagi raddoppiano ogni giorno e mezzo, lo vedremo anche da noi. Chi non è vaccinato, prima o poi con Omicron è destinato a contagiarsi. Si ha la certezza di essere contagiati. I non vaccinati sono destinati ad infettarsi", ha detto ancora Ricciardi.
Rassicura, poi, "la severità clinica è inferiore" legata al nuovo ceppo del coronavirus, dal momento che, come sostiene Ricciardi, "gli ospedali saranno inondati da migliaia di persone".
Per l'effetto dell'impennata di contagi aumentano a livello nazionale i ricoveri in terapia intensiva. Il tasso di occupazione di posti letto di pazienti Covid passa dal 10% del 17 dicembre al 13% del 28/29 dicembre, registrando un +3%. E' quanto emerge dal monitoraggio di Agenas, aggiornato al 29 dicembre.
L'occupazione si consolida al di sopra della soglia critica anche in area medica, dove i ricoveri di pazienti sintomatici raggiungono il 17%, sforando di due punti il limite massimo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала