Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Manovra di Bilancio, il governo chiede la fiducia: il via libera tra oggi e domani

© Foto : Presidenza della RepubblicaIl Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell'Aula di Montecitorio in occasione della cerimonia di giuramento
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell'Aula di Montecitorio in occasione della cerimonia di giuramento - Sputnik Italia, 1920, 29.12.2021
Seguici su
Dopo una ristretta discussione alla Camera, avvenuta ieri, il testo sarà messo al voto a poche ore dall’esercizio provvisorio. Tra le tante norme, molte dedicate a clima e transizione ecologica, anche lo stop al tetto di 240mila per gli stipendi dei dirigenti della PA.
Dopo una breve discussione alla Camera, appena poche ore, a causa dei tempi contingentati per l’approvazione della Manovra, il governo Draghi ha posto la questione di fiducia sul disegno di legge Bilancio 2022. Il testo diventerà legge tra oggi e domani al massimo, scongiurando così l’esercizio provvisorio.

Il dibattito inizierà oggi alle 17:15 e la chiama per la fiducia comincerà dalle 18:57. Il voto finale è previsto per domani mattina, anche se Fratelli d’Italia, durante la conferenza dei capigruppo, avrebbe chiesto invece la seduta fiume nella notte tra oggi e domani, per esaminare gli ordini del giorno.

Ecco i provvedimenti tra PA e green

L’unica reale modifica recepita tra Camera e Senato al testo è stata l’approvazione di un emendamento che toglie il tetto agli stipendi dei dirigenti della Pubblica amministrazione, fissato nel 2014 a 240mila euro annui.
Tra le altre norme contenute in Manovra, la proroga dei contratti Covid del personale Ata fino alla fine della scuola, nei limiti dei 400 milioni di euro stanziati, che erano in scadenza il 31 dicembre.
La nascita presso il Mise del Fondo per il sostegno alla transizione industriale: 150 milioni di euro dal 2022, per favorire l'adeguamento del sistema produttivo alle politiche europee.
La proroga nel 2022 con due milioni di euro del credito d'imposta al 15% per l'innovazione tecnologica finalizzata alla transizione ecologica o all'innovazione digitale 4.0.
Rinnovata anche la cosiddetta “Garanzia green”, con nuovi stanziamenti per il 2022, pari a 565 milioni, destinati alla copertura delle garanzie sui finanziamenti a favore di progetti del Green New Deal, per un impegno massimo della Sace pari a tre miliardi.
Per la lotta al cambiamento climatico e la riduzione delle emissioni, secondo gli obiettivi di Fit for 55, nasce al Mims il "Fondo per la strategia di mobilità sostenibile", con due miliardi dal 2023 al 2034: l’obiettivo è il rinnovo del parco autobus locale, l'acquisto di treni ad idrogeno, la realizzazione di ciclovie, lo sviluppo del trasporto merci su ferro, l'adozione di carburanti alternativi per navi ed aerei e il rinnovo dei mezzi per l'autotrasporto.
In Manovra è stato stanziato oltre un miliardo e mezzo nei prossimi 15 anni per le metropolitane di Genova, Milano, Napoli, Roma e Torino, mentre 3,35 miliardi, dal 2022 al 2036, sono destinati agli interventi di adeguamento delle strade.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала