Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Somalia, militari per strada a Mogadiscio: si temono violenze

© AFP 2021 / Mohamed AbdiwahabForze dell'ordine somale sulle strade della capitale Mogadiscio
Forze dell'ordine somale sulle strade della capitale Mogadiscio - Sputnik Italia, 1920, 28.12.2021
Seguici su
La Somalia è entrata in unacrisi politica, alla luce di una disputa tra il presidente Mohamed Abdullani Mohamed e il primo ministro Mohamed Hussein Roble, dimesso ieri per decisione del capo di stato. Le truppe leali al premier sfilano per la città, i residenti dichiarano di essere preoccupati.
I paesi vicini e i partner occidentali della Somalia hanno espresso preoccupazione per la crisi politica nel Paese, che pare si stia trasformando in un vero e proprio confronto, con pattuglie di uomini armati nella capitale, riferisce l'AFP. L'agenzia scrive che i soldati leali al primo ministro Roble hanno preso posizione vicino al palazzo presidenziale e sfilano per le strade della città.
"Non sono lontani dai principali blocchi di sicurezza del palazzo presidenziale, sono armati con mitragliatrici pesanti e granate con RPG (lanciagranate portatile anticarro)", ha affermato all'AFP Saido Mumin, un residente della capitale. Un altro abitante di Mogadiscio, Abdukakir Ahmed, ha raccontato all'agenzia che, sebbene la situazione sembri tranquilla, lui è "molto preoccupato" per possibili violenze.
In precedenza, il presidente somalo Mohamed Abdulahi Mohamed aveva sospeso il primo ministro Mohamed Hussein Roble dal suo incarico di primo ministro, mentre era in corso un'indagine in relazione a un caso di presunta corruzione. L'ufficio del capo del governo ha definito la decisione "un colpo di stato fallito". Diversi ex presidenti somali hanno condannato le azioni di Mohamed. Le ambasciate degli Stati Uniti e della Gran Bretagna hanno invitato tutte le parti a ridurre le tensioni. L'ufficio per l'Africa del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato che Washington "è pronta ad agire contro coloro che ostacolano il percorso di pace in Somalia".
Roblet ha accusato il presidente di aver tentato di interrompere le elezioni del paese per rimanere in carica e ha invitato le forze armate del paese a subordinarsi direttamente al governo.
Come riferito dall'emittente radiofonica francese RFI, il primo ministro e il presidente della Somalia sono in conflitto per le future elezioni, nelle quali sarà nominato il nuovo capo di Stato.
A settembre, i media somali hanno segnalato che il presidente del Paese aveva già interrotto il lavoro dell'ufficio del primo ministro, nel contesto delle controversie sulle dimissioni del capo dell'intelligence nazionale, ritenute incostituzionali da Mohamed. Tuttavia, un mese dopo, le parti hanno risolto le loro divergenze e hanno deciso di accelerare i preparativi per le elezioni. Le elezioni per la camera bassa del parlamento avrebbero dovuto svolgersi dal 1° ottobre al 20 novembre, ma così non è stato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала