Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Grandi imprese meno solide con il Covid, fatturato crolla a -11,2%

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaLavoro in fabbrica
Lavoro in fabbrica - Sputnik Italia, 1920, 28.12.2021
Seguici su
Durante l'anno della pandemia le società di capitali hanno registrato un calo complessivo dei ricavi pari a 9,9%. Le imprese con più di 250 dipendenti hanno subito una variazione peggiore, secondo uno studio della Fondazione nazionale commercialisti.
La pandemia ha messo in crisi le grandi imprese, che si sono rivelate "meno solide" all'impatto con gli effetti del virus. Lo rileva l'Osservatorio della Fondazione nazionale dei commercialisti sull'analisi di oltre 600 mila bilanci di società di capitali nell'anno 2020.
Dallo studio emerge come tutte le imprese abbiano subito un calo totale dei ricavi del -9,9%. A far peggio sono state le aziende di grandi dimensioni con oltre 250 dipendenti, che hanno riportato un crollo del -11,2%.
Le aziende di medie dimensioni, con un numero di dipendenti fra i 50 e i 249 hanno mostrato una maggiore resilienza, registrando una flessione del fatturato a -7,6%.
In generale le Spa hanno riportato una sofferenza maggiore, con una contrazione del fatturato totale pari a -11,2%, contro il -8,5% delle Srl.
A livello geografico, il decremento del fatturato è più contenuto al Sud (-7%) rispetto al Nord (Nordest -8,1% e Nordovest -9,5%), mentre è il Centro l'area con il passivo maggiore (-14,5%).
"Un risultato - precisano i commercialisti - dovuto, essenzialmente, al fatto che le imprese di maggiori dimensioni, quelle più colpite dalla crisi, hanno la propria sede legale nel Lazio"
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала