Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid, 200mila lavoratori a rischio per la nuova ondata di contagi

© Foto : Capri Tiberio PalaceLa vista dall'albergo Capri Tiberio Palace a Capri, Italia.
La vista dall'albergo Capri Tiberio Palace a Capri, Italia. - Sputnik Italia, 1920, 28.12.2021
Seguici su
Confesercenti chiede la proroga della cassa integrazione fino al 30 giugno. Il termine è attualmente fissato al 31 dicembre.
Confesercenti lancia l'allarme per 200mila lavoratori, che dal 1° gennaio si ritroveranno senza la copertura degli ammortizzatori sociali, se non ci sarà una proroga.
L'impennata di contagi ha messo di nuovo in crisi il settore turistico e la ristorazione, proprio durante le festività natalizie. Restrizioni e disdette hanno mandato in sofferenza il comparto alberghiero, in particolare nelle città d'arte, e le agenzie di viaggio, con il 95% delle imprese con dipendenti in cassa integrazione.

"Le prospettive di rientro al lavoro sono ogni giorno più incerte. - afferma Confesercenti in una nota - Tra la paura scatenata dall'aumento dei contagi, il crollo del turismo e le restrizioni del Decreto Vigilia, l'attività delle imprese dei due comparti si sta nuovamente arenando".

Le imprese, inoltre, sono paralizzate, anche a causa della riduzione dell'organico, dovuta all'ondata di lavoratori in quarantena.
Confesercenti chiede la proroga immediata della Cig fino al 30 giugno 2022.
"A pochi giorni dalla scadenza - scrive - ancora non si conosce se tali misure saranno prorogate e in che termini. Di fronte a questa improvvisa ed estremamente preoccupante evoluzione negativa dello scenario, la necessità di intervento è ancora più stringente. Bisogna prorogare immediatamente gli ammortizzatori Covid".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала