Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Quirinale, i partiti alla conquista dei 58 delegati regionali e le altre curiosità

Il Palazzo del Quirinale - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Seguici su
Continuano le trattative sottotraccia in vista del 10 gennaio quando inizieranno i veri giochi per l’elezione del nuovo presidente della Repubblica. Salvini prosegue il suo lavoro di coordinamento e Berlusconi cerca consensi tra apparizioni social e quadri in dono.
Nel corso delle festività natalizie proseguono i colloqui tra gli sherpa dei diversi partiti per trovare un’intesa sul futuro capo dello Stato.
Dopo le dichiarazioni del premier Mario Draghi, che si è definito un “nonno al servizio delle istituzioni”, facendo trapelare una volontà di salire al Colle, Matteo Salvini continua a lavorare per un coordinamento tra i partiti che lasci il presidente del Consiglio a Palazzo Chigi fino a fine legislatura, ma nello stesso tempo trovi un nome di cui far convergere le preferenze di gran parte del Parlamento, dei grandi elettori e dei 58 delegati regionali.
E su questi 58 nomi, che da oggi verranno scelti in vista del voto, si concentrano le attenzioni dei leader di partito. Un gruppo di elettori che può sfuggire al controllo e diventare ago della bilancia.
Secondo i calcoli, il centrodestra, che governa tredici regioni, avrà 33 voti e il centrosinistra, che ne governa cinque, potrà contare su 25 voti.
In base alla prassi saranno eletti due grandi elettori di maggioranza e uno di opposizione per ogni Regione, tranne che per la Valle d’Aosta che ha un solo delegato.
Le Regioni decideranno in ordine sparso, in Abruzzo l’elezione avviene già oggi a scrutinio segreto.

Berlusconi e i quadri a tema Venezia

Intanto, Silvio Berlusconi, forte del sostegno garantito giovedì scorso dagli alleati di centrodestra nel vertice a Roma a Villa Grande, prosegue nel suo lavoro per accumulare voti e consensi.
Le ultime mosse del Cavaliere sono state le nuove comparsate sui social, tra alberi di Natale, la fidanzata Marta Fascina e la nuova cagnolina Gilda e una serie di quadri donati dalla “Quadreria di Villa San Martino”.
Un rito, quello dei doni, che quest’anno di veste di un ulteriore significato vista la corsa al Colle.
Berlusconi ha deciso di inviare a parlamentari, ministri, tra cui Luigi Di Maio, alleati e leader di partito, decine di dipinti prelevati dalla sua collezione personale con un tema comune: Venezia.
Per accumulare consensi, l’ex premier ha iniziato da tempo una strategia, tra cui quella della campagna “Io sono Forza Italia”, con un opuscolo inviato a tutti i parlamentari.

Salvini e la ricerca di un candidato

Anche per il leader della Lega prosegue il lavoro di coordinamento con i partiti.
“Anche in questi giorni, anche in queste ore sto contattando tutti i miei colleghi segretari, perché con tanti problemi che hanno gli italiani conto che la politica dimostri concretezza e rapidità nelle scelte”.
L’obiettivo di Salvini, che teme una divisione nel centrodestra se dovesse fallire il sostegno a un Berlusconi candidato, è far eleggere “un presidente della Repubblica spero presto e bene, e su questo ci sto lavorando personalmente”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала