Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Londra, reati di ‘revenge porn’ quadruplicati tra i giovani durante la pandemia COVID

CC0 / / ragazza
ragazza - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Seguici su
Durante la pandemia di COVID-19 sono enormemente aumentate le segnalazioni di revenge porn, cioè quella pratica illegale di condividere via web immagini intime senza il consenso dei protagonisti, secondo i dati della Polizia metropolitana di Londra.
Secondo i nuovi dati in possesso della Polizia metropolitana della capitale britannica, e rivelati dal Daily Mail, il numero di reati definibili ‘revenge porn’, sarebbe aumentato del 329 percento in 13 mesi a Londra, con un numero di vittime comprese tra i 10 e i 17 anni quadruplicato rispetto al 2020.
Le segnalazioni di donne vittime del reato sono aumentate di un totale di 572 casi rispetto alle 177 segnalazioni dell'anno scorso. Nel caso delle vittime di sesso maschile, l'aumento è stato di 162.
Il South West Grid for Learning (SWGfL), un ente di beneficenza del Regno Unito che lavora con scuole e altre organizzazioni per proteggere i bambini online e che gestisce una Revenge Porn Helpline, segnala a sua volta il vertiginoso aumento con il suo rapporto per il quinquennio 2015 – 2020 nel quale viene evidenziato come i casi di "sextortion", ovvero ricatto via webcam, siano anch’essi triplicati lo scorso anno.
“Abbiamo assistito a un doppio aumento delle segnalazioni per abuso di immagini intime praticamente da un giorno all'altro durante la pandemia di Covid. Questo può avere a che fare con una serie di ragioni, anche se possiamo solo postulare", ha affermato Zara Ward, Senior Helpline Practitioner.
Coppia su di un letto di fortuna - Sputnik Italia, 1920, 25.08.2021
OnlyFans ci ripensa e annulla decisione di vietare contenuti porno dal social dopo 'rivolta' utenti
La Ward Ha chiarito che poiché la pandemia di COVID-19 ha portato con sé misure di isolamento sociale, le persone sono state incoraggiate a lavorare da casa e generalmente a rimanere più tempo da sole.
"Le relazioni si sono formate online... il che significava che il comportamento sessuale è diventato maggiormente virutale. Successivamente, abbiamo visto raddoppiare il numero di casi di abuso di immagini intime nel 2020 e triplicare i rapporti sulla estorsione sessuale", ha aggiunto.
Tali casi non sono certo di per sé nuovi e sono in costante aumento anche da prima della pandemia, secondo gli esperti che citano i registri della polizia.
“Crediamo che prima del 2020 vedessimo solo la punta dell'iceberg. Ma ora i rapporti sono in ulteriore aumento, tantopiù spinti alla crescita dalla pandemia” ha commentato Zara Ward.
Nel Regno Unito, le leggi sul revenge porn sono entrate in vigore nel 2015, con il reato in questione classificato nella Sezione 33 del Criminal Justice and Courts Act dove si afferma che è reato penale "divulgare una fotografia o un film sessuale privato se la divulgazione è fatta senza il consenso della persona che appare, e con l'intenzione di causare disagio a quella persona”.
Coloro che vengono giudicati colpevoli di tale reato rischiano fino a due anni di carcere.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала