Gli eventi internazionali più rilevanti del 2021

Seguici suTelegram
Dall'insediamento di Biden alla crisi migratoria al confine tra Bielorussia e Polonia, ecco gli eventi internazionali più importanti del 2021!
© AFP 2022

Un cittadino afghano con suo figlio al valico di frontiera tra Pakistan e Afghanistan a Chaman, dopo che il 15 agosto i miliziani del gruppo radicale islamista dei talebani* hanno preso il potere in Afghanistan.

*Organizzazione soggetta alle sanzioni dell'Onu per attività terroristiche

Un cittadino afghano con suo figlio al valico di frontiera tra Pakistan e Afghanistan a Chaman, dopo che il 15 agosto i miliziani del gruppo radicale islamista dei talebani* hanno preso il potere in Afghanistan.*Organizzazione soggetta alle sanzioni dell'Onu per attività terroristiche - Sputnik Italia
1/18

Un cittadino afghano con suo figlio al valico di frontiera tra Pakistan e Afghanistan a Chaman, dopo che il 15 agosto i miliziani del gruppo radicale islamista dei talebani* hanno preso il potere in Afghanistan.

*Organizzazione soggetta alle sanzioni dell'Onu per attività terroristiche

© Sputnik . Stringer / Accedi all'archivio media

Joe Biden prima della cerimonia del giuramento come 46esimo presidente degli Stati Uniti davanti al presidente della Corte suprema John Roberts, su una vecchia bibbia di famiglia (127 anni) tenuta dalla moglie Jill, il 20 gennaio 2021.

Joe Biden prima della cerimonia del giuramento come 46esimo presidente degli Stati Uniti davanti al presidente della Corte suprema John Roberts, su una vecchia bibbia di famiglia (127 anni) tenuta dalla moglie Jill, il 20 gennaio 2021. - Sputnik Italia
2/18

Joe Biden prima della cerimonia del giuramento come 46esimo presidente degli Stati Uniti davanti al presidente della Corte suprema John Roberts, su una vecchia bibbia di famiglia (127 anni) tenuta dalla moglie Jill, il 20 gennaio 2021.

© REUTERS / Leah Millis

L'esplosione durante l'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, una rivolta attuata a Washington il 6 gennaio 2021 presumibilmente da parte dei sostenitori del presidente uscente Donald Trump per contestare il risultato delle elezioni presidenziali del 2020 e sostenere la richiesta di Trump al vicepresidente Mike Pence e al Congresso di rifiutare la proclamazione di Joe Biden alla Casa Bianca.

L'esplosione durante l'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, una rivolta attuata a Washington il 6 gennaio 2021 presumibilmente da parte dei sostenitori del presidente uscente Donald Trump per contestare il risultato delle elezioni presidenziali del 2020 e sostenere la richiesta di Trump al vicepresidente Mike Pence e al Congresso di rifiutare la proclamazione di Joe Biden alla Casa Bianca. - Sputnik Italia
3/18

L'esplosione durante l'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, una rivolta attuata a Washington il 6 gennaio 2021 presumibilmente da parte dei sostenitori del presidente uscente Donald Trump per contestare il risultato delle elezioni presidenziali del 2020 e sostenere la richiesta di Trump al vicepresidente Mike Pence e al Congresso di rifiutare la proclamazione di Joe Biden alla Casa Bianca.

© AP Photo / Kirsty Wigglesworth

Il 30 e 31 ottobre 2021 i leader del G20 si sono riuniti a Roma per un vertice di due giorni organizzato dalla presidenza italiana del G20.

Il 30 e 31 ottobre 2021 i leader del G20 si sono riuniti a Roma per un vertice di due giorni organizzato dalla presidenza italiana del G20.  - Sputnik Italia
4/18

Il 30 e 31 ottobre 2021 i leader del G20 si sono riuniti a Roma per un vertice di due giorni organizzato dalla presidenza italiana del G20.

© AFP 2022 / Valerie Baeriswyl

Jovenel Moise, il presidente haitiano, è morto sotto i colpi sparati il 7 luglio 2021 all'alba da un commando che si è introdotto nella sua residenza di Port-au-Prince. L'assassinio di Moise avviene in giorni che vedono aggravarsi la destabilizzazione politica ed economica nel Paese, con un aumento delle violenze delle gang.

Jovenel Moise, il presidente haitiano, è morto sotto i colpi sparati il 7 luglio 2021 all'alba da un commando che si è introdotto nella sua residenza di Port-au-Prince. L'assassinio di Moise avviene in giorni che vedono aggravarsi la destabilizzazione politica ed economica nel Paese, con un aumento delle violenze delle gang. - Sputnik Italia
5/18

Jovenel Moise, il presidente haitiano, è morto sotto i colpi sparati il 7 luglio 2021 all'alba da un commando che si è introdotto nella sua residenza di Port-au-Prince. L'assassinio di Moise avviene in giorni che vedono aggravarsi la destabilizzazione politica ed economica nel Paese, con un aumento delle violenze delle gang.

© Sputnik . Viktor Tolochko / Accedi all'archivio media

Al confine fra Bielorussia, Polonia sono fermi migliaia di migranti che provengono dal Medio Oriente. Fra loro, persone provenienti da Siria, Iraq, Yemen e Afghanistan che provano ad entrare in Europa, mentre i Paesi dell’UE.

Al confine fra Bielorussia, Polonia sono fermi migliaia di migranti che provengono dal Medio Oriente. Fra loro, persone provenienti da Siria, Iraq, Yemen e Afghanistan che provano ad entrare in Europa, mentre i Paesi dell’UE. - Sputnik Italia
6/18

Al confine fra Bielorussia, Polonia sono fermi migliaia di migranti che provengono dal Medio Oriente. Fra loro, persone provenienti da Siria, Iraq, Yemen e Afghanistan che provano ad entrare in Europa, mentre i Paesi dell’UE.

© AFP 2022 / Atta Kenare

Una donna con una foto del neoeletto presidente iraniano Ebrahim Raisi mentre i sostenitori celebrano la sua vittoria in piazza Imam Hussein, nella capitale Teheran, il 19 giugno 2021.

Una donna con una foto del neoeletto presidente iraniano Ebrahim Raisi mentre i sostenitori celebrano la sua vittoria in piazza Imam Hussein, nella capitale Teheran, il 19 giugno 2021. - Sputnik Italia
7/18

Una donna con una foto del neoeletto presidente iraniano Ebrahim Raisi mentre i sostenitori celebrano la sua vittoria in piazza Imam Hussein, nella capitale Teheran, il 19 giugno 2021.

© AP Photo / Markus Schreiber

La cancelliera tedesca Angela Merkel riceve il suo certificato di licenziamento dal presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier a Berlino, martedì 26 ottobre 2021.

La cancelliera tedesca Angela Merkel riceve il suo certificato di licenziamento dal presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier a Berlino, martedì 26 ottobre 2021.  - Sputnik Italia
8/18

La cancelliera tedesca Angela Merkel riceve il suo certificato di licenziamento dal presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier a Berlino, martedì 26 ottobre 2021.

© AFP 2022 / ONLINER.BY

Il volo Ryanair diretto da Atene a Vilnius domenica 23 maggio è stato costretto ad atterrare all’aeroporto di Minsk dalle autorità bielorusse per consentire l’arresto del blogger bielorusso Roman Protasevich.

Il volo Ryanair diretto da Atene a Vilnius domenica 23 maggio è stato costretto ad atterrare all’aeroporto di Minsk dalle autorità bielorusse per consentire l’arresto del blogger bielorusso Roman Protasevich. - Sputnik Italia
9/18

Il volo Ryanair diretto da Atene a Vilnius domenica 23 maggio è stato costretto ad atterrare all’aeroporto di Minsk dalle autorità bielorusse per consentire l’arresto del blogger bielorusso Roman Protasevich.

© AP Photo / Alastair Grant

Il principe Filippo, duca di Edimburgo, marito della regina Elisabetta II, è scomparso il 9 aprile, all'età di 99 anni.

Il principe Filippo, duca di Edimburgo, marito della regina Elisabetta II, è scomparso il 9 aprile, all'età di 99 anni. - Sputnik Italia
10/18

Il principe Filippo, duca di Edimburgo, marito della regina Elisabetta II, è scomparso il 9 aprile, all'età di 99 anni.

© AFP 2022 / Cellou Binani

Le forze speciali guineane hanno preso il potere in Guinea con un colpo di stato il 5 settembre, arrestando il presidente Alpha Conde e imponendo un coprifuoco a tempo indeterminato nel paese dell'Africa occidentale.

Le forze speciali guineane hanno preso il potere in Guinea con un colpo di stato il 5 settembre, arrestando il presidente Alpha Conde e imponendo un coprifuoco a tempo indeterminato nel paese dell'Africa occidentale.  - Sputnik Italia
11/18

Le forze speciali guineane hanno preso il potere in Guinea con un colpo di stato il 5 settembre, arrestando il presidente Alpha Conde e imponendo un coprifuoco a tempo indeterminato nel paese dell'Africa occidentale.

© Sputnik . Mikhail Metzel  / Accedi all'archivio media

Il 16 giugno 2021 si è svolto a Villa la Grange a Ginevra, in Svizzera, l’atteso incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e quello statunitense Joe Biden.

Il 16 giugno 2021 si è svolto a Villa la Grange a Ginevra, in Svizzera, l’atteso incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e quello statunitense Joe Biden. - Sputnik Italia
12/18

Il 16 giugno 2021 si è svolto a Villa la Grange a Ginevra, in Svizzera, l’atteso incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e quello statunitense Joe Biden.

© AFP 2022 / Kazuhiro Nogi

Fumio Kishida, leader del Partito liberal democratico del Giappone, è stato eletto primo ministro. Ha preso il posto di Yoshihide Suga. Con il controllo di entrambe le camere da parte del suo partito, il 64enne Kishida ha ottenuto la maggioranza dei voti in Parlamento.

Fumio Kishida, leader del Partito liberal democratico del Giappone, è stato eletto primo ministro. Ha preso  il posto di Yoshihide Suga. Con il controllo di entrambe le camere da parte del suo partito, il 64enne Kishida ha ottenuto la maggioranza dei voti in Parlamento. - Sputnik Italia
13/18

Fumio Kishida, leader del Partito liberal democratico del Giappone, è stato eletto primo ministro. Ha preso il posto di Yoshihide Suga. Con il controllo di entrambe le camere da parte del suo partito, il 64enne Kishida ha ottenuto la maggioranza dei voti in Parlamento.

© AFP 2022 / STR

Le donne portano torce accese durante una manifestazione contro il colpo di stato militare in Myanmar, a Yangon, il 14 luglio 2021.

Le donne portano torce accese durante una manifestazione contro il colpo di stato militare in Myanmar, a Yangon, il 14 luglio 2021. - Sputnik Italia
14/18

Le donne portano torce accese durante una manifestazione contro il colpo di stato militare in Myanmar, a Yangon, il 14 luglio 2021.

© AP Photo / Phil Noble / Pool

Il 47º vertice del G7 si è svolto nel Regno Unito a Carbis Bay vicino a St Ives in Cornovaglia dall’11 al 13 giugno 2021. La riunione è guidata dal Primo ministro del Regno Unito Boris Johnson.

Il 47º vertice del G7 si è svolto nel Regno Unito a Carbis Bay vicino a St Ives in Cornovaglia dall’11 al 13 giugno 2021. La riunione è guidata dal Primo ministro del Regno Unito Boris Johnson. - Sputnik Italia
15/18

Il 47º vertice del G7 si è svolto nel Regno Unito a Carbis Bay vicino a St Ives in Cornovaglia dall’11 al 13 giugno 2021. La riunione è guidata dal Primo ministro del Regno Unito Boris Johnson.

© AFP 2022 / Gints Ivuskans

Melanie Joly, ministro degli Affari esteri del Canada, parte dopo l'incontro con le truppe militari canadesi nella base militare di Adazi, in Lettonia, il 29 novembre 2021.

Melanie Joly, ministro degli Affari esteri del Canada, parte dopo l'incontro con le truppe militari canadesi nella base militare di Adazi, in Lettonia, il 29 novembre 2021. - Sputnik Italia
16/18

Melanie Joly, ministro degli Affari esteri del Canada, parte dopo l'incontro con le truppe militari canadesi nella base militare di Adazi, in Lettonia, il 29 novembre 2021.

© AFP 2022 / Michal Cizek

Il 17 aprile, il governo ceco ha annunciato, in un’improvvisa conferenza stampa, l'espulsione di 18 diplomatici russi operanti a Praga, in seguito alle rivelazioni dei servizi segreti cechi, secondo le quali gli agenti russi avrebbero avuto un ruolo nelle esplosioni del deposito d'armi del 2014, che hanno provocato l'uccisione di due cittadini cechi.

Il 17 aprile, il governo ceco ha annunciato, in un’improvvisa conferenza stampa, l'espulsione di 18 diplomatici russi operanti a Praga, in seguito alle rivelazioni dei servizi segreti cechi, secondo le quali gli agenti russi avrebbero avuto un ruolo nelle esplosioni del deposito d'armi del 2014, che hanno provocato l'uccisione di due cittadini cechi. - Sputnik Italia
17/18

Il 17 aprile, il governo ceco ha annunciato, in un’improvvisa conferenza stampa, l'espulsione di 18 diplomatici russi operanti a Praga, in seguito alle rivelazioni dei servizi segreti cechi, secondo le quali gli agenti russi avrebbero avuto un ruolo nelle esplosioni del deposito d'armi del 2014, che hanno provocato l'uccisione di due cittadini cechi.

© AFP 2022 / Andy Buchanan

Una manifestazione degli attivisti dell'Ocean Rebellion a Glasgow, sede della conferenza COP26 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Scozia, il 4 novembre 2021.

Una manifestazione degli attivisti dell'Ocean Rebellion a Glasgow, sede della conferenza COP26 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Scozia, il 4 novembre 2021. - Sputnik Italia
18/18

Una manifestazione degli attivisti dell'Ocean Rebellion a Glasgow, sede della conferenza COP26 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Scozia, il 4 novembre 2021.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала