Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Giappone, esercitazioni militari per prevenire occupazione cinese delle isole contese Senkaku

© REUTERS / KyodoA group of disputed islands, Uotsuri island (top), Minamikojima (bottom) and Kitakojima, known as Senkaku in Japan and Diaoyu in China is seen in the East China Sea (File)
A group of disputed islands, Uotsuri island (top), Minamikojima (bottom) and Kitakojima, known as Senkaku in Japan and Diaoyu in China is seen in the East China Sea (File)  - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Seguici su
Nel novembre di quest'anno, l'esercito giapponese ha condotto esercitazioni militari per prevenire una eventuale occupazione delle isole Senkaku nel Mar Cinese Orientale, che sono sotto il controllo del Giappone ma contese sia da Cina che Taiwan.
Negli ultimi anni, Tokyo ha espresso preoccupazione per le attività di Pechino nella regione, in particolare per quanto riguarda le contese Isole Senkaku, conosciute in Cina come Isole Diaoyu e Taiwan come isole Diaoyudao.
Le esercitazioni, che hanno coinvolto guardie di frontiera e unità di polizia, sono state svolte su un'isola disabitata al largo della prefettura di Nagasaki, che assomiglia alle isole Senkaku per rilievo e altre caratteristiche, secondo Kyodo News.
Secondo quanto riferito, il Giappone teme che questi territori possano essere occupati dalla polizia marittima cinese, che agisce talvolta sotto le spoglie di pescatori civili.
Durante l'esercitazione, che ha incluso l'atterraggio da elicotteri e imbarcazioni rapide e ha coinvolto circa 400 persone, sono state intraprese azioni per cacciare eventuali forze straniere in modo che il conflitto non abbia il tempo di degenerare in uno scontro armato su vasta scala.
Sia il Giappone che la Repubblica Popolare Cinese, nonché anche la Repubblica di Cina, cioè Taiwan, hanno espresso rivendicazioni territoriali su questo piccolo arcipelago, composto da 5 isole disabitate e 3 scogli, che tuttavia, possiedono importanti giacimenti petroliferi nelle vicinanze.
Il Giappone insiste che la sua sovranità sulle isole risalirebbe al 1895, mentre la Cina indica mappe giapponesi del 1783 e del 1785 che designano le isole come territorio cinese, nonché osserva che dal punto di vista geologico la propria piattaforma continentale, quindi anche la propria zona economica esclusiva, dovrebbe estendersi siano al canale di Okinawa, quindi comprendere appunto l’intero arcipelago.
Dopo la seconda guerra mondiale, le isole Senkaku caddero sotto il controllo degli Stati Uniti e furono successivamente passate al Giappone, nel 1972. La disputa territoriale si è intensificata nel 2012, quando il governo giapponese ha acquistato tre delle cinque isole da un proprietario privato ma soprattutto, da quando è stato scoperto il valore economico dei fondali dell’arcipelago e l’interesse per queste isole, di per sé poco adatte all’insediamento umano, si è notevolmente accresciuto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала