Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Figliuolo: “Pronti a vaccinare chiunque lo voglia e più screening nelle scuole”

© AP Photo / Guglielmo MangiapaneFrancesco Paolo Figliuolo
Francesco Paolo Figliuolo - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Seguici su
Il generale garantisce che le dosi sono disponibili e presto arriverà anche Novavax, che il commissario per l’emergenza auspica possa convincere i più scettici.
Più controlli e test tra gli studenti, anche grazie all’aiuto dell’esercito, e uno sforzo ancora maggiore sulle vaccinazioni e sui richiami. Per il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l’emergenza contro la pandemia, è ora di spingere sull’acceleratore della campagna di immunizzazione e screening.
“Siamo pronti a vaccinare tutti i cittadini che lo vorranno e ad avviare lo screening nelle scuole. Ora più che mai dobbiamo ricordarci che il vaccino è l’unico sistema per proteggerci dal virus e dalle sue varianti”.
Per questo il piano approntato con governo ed esperti ha deciso di ridurre il periodo tra la seconda dose e il booster a quattro mesi: “Aumentare il numero di persone vaccinate e che hanno ricevuto il booster ci aiuterà a consolidare la barriera costruita finora con oltre 108 milioni di somministrazioni dall’inizio della campagna vaccinale”.
Figliuolo spiega al Corriere della Sera che “Si tratta di decisioni prese a ragion veduta e coerenti con le disponibilità di dosi”.

Screening nelle scuole

Un altro tassello della strategia del generale è quella di aumentare i test a campione negli istituti scolastici.
Per questo motivo è in corso il coordinamento con le Regioni con cui il commissario per l’emergenza, spiega di avere “contatti e aggiornamenti quotidiani a livello tecnico”.
“Ogni Regione metterà a punto un dispositivo e grazie alla grande disponibilità del ministro alla Difesa Guerini avremo il supporto dei team e dei laboratori militari. Prima della pausa natalizia, il personale militare ha effettuato oltre 18 mila tamponi in 470 istituti scolastici”.
Tra le attività che la Difesa ha messo in campo per la gestione della pandemia, quella dei test è una parte importante, con l’operazione “Athena” che contribuisce “al tracciamento dei contagi nelle scuole”.

Novavax per convincere gli indecisi

Figliuolo poi parla anche del nuovo siero approvato da Ema e Aifa e che sarà presto disponibile anche in Italia, Novavax.
“È previsto l’arrivo di 2,9 milioni di dosi, con la prima consegna di circa 1,5 milioni che avverrà presumibilmente tra gennaio e febbraio”.
“Con Novavax che è un vaccino di tipo tradizionale che si basa sulla tecnologia delle proteine ricombinanti, già usata da decenni per altri preparati, avremo un’arma in più contro il Covid-19 che consentirà alla campagna vaccinale di andare più spedita”.
Il generale sottolinea che questo siero sarà “utilizzato per i cicli primari degli over 18 e mi auguro che contribuirà a convincere chi è ancora esitante”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала