Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cloud nazionale: selezionata la proposta di Tim, Cdp, Leonardo e Sogei

© Sputnik . Evgeny UtkinVittorio Colao, Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale
Vittorio Colao, Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Seguici su
Sarà messa a gara nelle prossime settimane, ha annunciato il Dipartimento per la Trasformazione digitale. Il Polo Strategico Nazionale verso la digitalizzazione della Pubblica amministrazione prevista dal Pnrr.
Il Dipartimento per la trasformazione digitale, del ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, ha selezionato il progetto per il Polo Strategico Nazionale e la creazione del Cloud nazionale per la Pubblica amministrazione: ad essere scelta è stata la proposta della cordata formata da Tim, Leonardo, Sogei e Cassa Depositi e Prestiti.
Il Dipartimento lo ha annunciato in una nota spiegando di aver ricevuto ed esaminato tre proposte di Partenariato Pubblico Privato, come previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza per il Cloud PA/Polo Strategico Nazionale. Le altre due non selezionate erano state presentate da Aruba-Almaviva e Fastweb-Enineering.
“Con l’ausilio degli esperti del DTD e MITD, di un advisor finanziario, delle competenti strutture della Presidenza del Consiglio e degli esperti dell’Agenzia nazionale per la cybersicurezza, il DTD ha individuato nella proposta della TIM S.p.A., Enterprise Market, in qualità di mandataria della costituenda ATI con CDP Equity S.p.A., Leonardo S.p.A., Sogei S.p.A quella che rispecchia pienamente e in misura del tutto soddisfacente i requisiti espressi nella policy Cloud Italia presentata il 7 settembre”.
Il ministero guidato da Vittorio Colao sottolinea che la proposta soddisfa “in particolare i requisiti di completezza dei servizi cloud e di sicurezza dei dati ‘strategici’ e ‘critici’ della PA integrandosi con servizi di assistenza alla migrazione delle Pubbliche Amministrazioni e di formazione del personale della PA”.
Il progetto selezionato verrà pubblicato e messo a gara attraverso un apposito bando curato dalla società Difesa Servizi, in-house del ministero della Difesa. Il Pnrr autorizza per “la realizzazione della gara la spesa di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023”
Si prevede che il bando possa essere pubblicato nelle prime settimane del 2022, per poter permettere l’avvio dei lavori entro la seconda metà dell’anno.

Gli obiettivi del Cloud e del Psn

Il Pnrr prevede la creazione di un'infrastruttura innovativa per abilitare e accelerare il processo di migrazione verso il Cloud dei servizi e dei dati delle P.A. centrali e locali, il cosiddetto Polo Strategico Nazionale.
Il Psn ha l’obiettivo di supportare le amministrazioni nel processo di trasformazione digitale, come operatore in grado di offrire i più elevati standard di sicurezza per il trattamento di dati e servizi critici e strategici per il Paese.
La Strategia Cloud Italia, elaborata dal Dipartimento per la trasformazione digitale e dall’Agenzia per la cybersicurezza nazionale e pubblicata prevede tre obiettivi strategici:
migrare i dati e i servizi della PA con la massima rapidità verso infrastrutture sicure e che facilitino l’evoluzione verso soluzioni “cloud native”, economiche e scalabili;
sviluppare l’ecosistema dei servizi Cloud in Italia, creando un operatore in grado di soddisfare i requisiti di sicurezza nazionale e al contempo offrire le migliori tecnologie cloud;
garantire per dati e servizi critici e strategici l’autonomia tecnologica e la sovranità nazionale, con la localizzazione sul territorio italiano.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала