Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Allarme efficacia, per nove milioni di italiani lo scudo del vaccino è “scaduto”

© Sputnik . Alexander KryazhevVaccinazione
Vaccinazione - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Seguici su
Per il 70% degli immunizzati da oltre cinque mesi la protezione dal virus scende drasticamente, secondo i dati dell’Iss. Booster anticipato a quattro mesi per frenare l’ondata dei contagi con la variante Omicron.
L’arrivo della variante Omicron e la rapida perdita di efficacia dei vaccini stanno causando un aumento esponenziale dei casi, contro cui c’è un’unica soluzione: la terza dose, che fa risalire la protezione dal coronavirus oltre il 70% e dalla malattia grave anche oltre il 90%.
Secondo l’ultimo bollettino dell’Istituto superiore di Sanità (Iss) dopo cinque mesi dal completamento del ciclo vaccinale, la protezione scende e così attualmente il 70% dei 13 milioni di italiani che hanno fatto la seconda dose in estate risulta scoperto: nove milioni di vaccinati che possono contagiarsi.

I dati e le percentuali

Secondo le stime ufficiali attualmente hanno ricevuto il booster 17 milioni di italiani.
Coloro che dovrebbero sottoporsi al richiamo sono circa 13 milioni, coloro che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre cinque mesi.
Secondo le stime Iss il 30% di 13 milioni, quindi circa quattro milioni di persone, hanno ancora una protezione contro il coronavirus mentre il restante 70%, circa nove milioni, non lo sono più.
Un risultato negativo che è stato raggiunto nel giro di poche settimane, in cui, da inizio dicembre a Natale, l’efficacia del vaccino dal contagio dopo cinque mesi dalla seconda dose è scesa dal 44% al 30,1%.
Il booster fa risalire la protezione al 71%.

Vaccinati a rischio ricovero

L’Iss ha fornito anche un altro dato preoccupante: i vaccinati a cinque mesi dall’ultima dose, infatti, non soltanto rischiano il contagio, ma anche il ricovero.
“L'efficacia del vaccino nel prevenire casi di malattia severa nei vaccinati con ciclo completo da meno di 150 giorni è pari al 92,7%, mentre cala all'82,2% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 150 giorni”.
Esiste quindi il 18% di possibilità, un caso su cinque, che una persona vaccinata da oltre cinque mesi possa essere ospedalizzata.
Fase 2, le persone a Milano - Sputnik Italia, 1920, 26.12.2021
Covid in Italia: netto calo di contagi, ma tasso di positività schizza oltre 10%
Anche in questo caso, se ci si sottopone al booster la protezione dalla malattia grave risale e raggiunge il 94%.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала