Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Record del prezzo del gas, ora le aziende Usa puntano al mercato europeo

La flotta USA  accompagna la petroliera GNL - Sputnik Italia, 1920, 26.12.2021
Seguici su
Una trentina di navi cariche di gas naturale liquefatto, secondo l'agenzia Bloomberg, starebbero viaggiando verso l'Europa. Sullo sfondo c'è la partita del Nord Stream 2.
Le quotazioni record del gas in Europa attirano i produttori americani. E così, approfittando delle nuove tensioni tra Bruxelles e Mosca, Washington si prepara ad esportare milioni di metri cubi di gas sul Vecchio Continente.
Bloomberg parla di una trentina di navi cargo cariche di gas naturale liquefatto (GNL) dirette verso l’Europa. Secondo i documenti visionati dall’agenzia di stampa dieci bastimenti hanno dichiarato di fare rotta verso l’altro lato dell’Atlantico, con a bordo un totale di 1,6 milioni di metri cubi, mentre altre venti navi si starebbero muovendo nella stessa direzione, con un carico ulteriore di 3,3 miliono di metri cubi.
Almeno un terzo arriva dal terminal per l’esportazione di gas naturale liquefatto di Sabine Pass, in Louisiana, gestito dalla Cheniere Energy Inc, società che si occupa di export di GLN con sede a Houston, in Texas.
I terminali per l’esportazione di gas liquefatto in America, come si legge sulla stessa agenzia di stampa, hanno raggiunto flussi record domenica scorsa.
Di solito l’export di gas statunitense è diretto in Asia, ma i produttori hanno preferito puntare sull’Europa considerati i prezzi alle stelle.
Con la riduzione del flusso di gas russo attraverso il gasdotto Jamal, il costo del metano aveva raggiunto cifre record sulle piazze di Amsterdam e Londra, con aumenti del 25,6 per cento, arrivando a 185 euro a Megawattora (Mwh) e del 23,2 per cento, a 466 sterline.

Le tensioni tra Ue e Russia

La riduzione del flusso sarebbe una questione meramente “commerciale” e non politica, aveva chiarito nei giorni scorsi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.
L’Europa, e in particolare l’Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza, Josep Borrell, come si legge sull’Huffington Post, infatti, aveva accusato Mosca di utilizzare l’arma della riduzione delle forniture per fare pressioni su Bruxelles.
Tra le questioni sul tavolo c’è quella dello stop temporaneo al raddoppio del Nord Stream 2, il gasdotto che trasporta il metano in Europa aggirando il territorio ucraino.
Gas - Sputnik Italia, 1920, 16.12.2021
Germania, Nord Stream 2 ancora bloccato: riserve di gas ai minimi
Il gasdotto è stato costruito a settembre e, come ricorda l’agenzia Reuters, è in attesa di essere approvato da Berlino e Bruxelles.
Ad opporsi al progetto sono gli Stati Uniti e diversi Stati dell’Est Europa, sostenendo che la nuova infrastruttura renderebbe l’Ue ancora più dipendente dalle forniture di gas russo, che già rappresentano il 35 per cento del totale.
Più cauta la vice presidente della Commissione Ue, Margrethe Vestager, che respinge l’ipotesi di una “manipolazione” del mercato dell’energia da parte della società russa Gazprom.
A far balzare in avanti il prezzo dell’energia, infatti, è stato anche l’annuncio della francese Electricite de France di spegnere quattro reattori nucleari che contribuiscono al 10 per cento del fabbisogno energetico del Paese.
In questo contesto l’arrivo delle navi americane, come si legge su Affari Italiani, ha avuto l’effetto di far scendere i prezzi che ora si attestano sui 155 euro per megawattora per quanto riguarda il gas.

Il gasdotto Nord Stream 2

Nei giorni scorsi il presidente russo Vladimir Putin aveva detto che le forniture aggiuntive di gas in Europa, con l’approvazione del Nord Stream 2, avrebbero l’effetto di “ridurre i prezzi”.
“I consumatori europei sono molto interessati al fatto che il progetto prenda il via”, ha detto anche il vicepremier russo Aleksandr Novak, aggiungendo che i leader europei hanno sbagliato a ridurre l’utilizzo di contratti di lungo termine per le forniture in favore del mercato “spot”, dove i prezzi sono più volatili.
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 24.12.2021
Putin: in Europa sciocchi gli sforzi per bloccare il Nord Stream 2, i prezzi del gas scenderebbero
“I Paesi che ricevono le forniture di gas con accordi a lungo termine – ha chiarito Novak - spendono meno”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала