Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Putin e le "linee rosse": Occidente non ha lasciato alternative alla Russia

© Sputnik . Mikhail MetzelVladimir Putin
Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 26.12.2021
Seguici su
Giovedì durante la sua conferenza stampa annuale di fine anno il presidente russo ha criticato Washington e gli alleati della Nato per aver parlato di "aggressione russa" dopo aver circondato Mosca con sistemi missilistici offensivi e aver condotto varie ondate di espansione verso i confini russi. "Ci hai ingannato senza vergogna", ha detto Putin.
Gli Stati Uniti ed i loro alleati hanno messo la Russia in una posizione da cui non può ripiegare, ha affermato il presidente Vladimir Putin.
"Ho parlato delle 'linee rosse' che secondo noi non dovrebbero essere superate. Voglio che tutti capiscano, qui nel nostro Paese e all'estero, affinché capiscano i nostri partner: il problema non riguarda la linea che noi non vogliamo che qualcuno oltrepassi. Il problema è che non abbiamo un posto dove ripiegare. Ci hanno schiacciato contro una tale linea, scusate l'espressione, per cui non possiamo muoverci", ha detto Putin, parlando in un'intervista con il canale televisivo Rossiya 1 andata in onda oggi.
"Ho già detto: metteranno i sistemi missilistici in Ucraina, 4-5 minuti di volo per raggiungere Mosca. Dove possiamo spostarci? Ci hanno semplicemente portato ad una situazione tale che dobbiamo dire loro: fermatevi. Questo è tutto. Punto", ha aggiunto il capo di Stato russo.
Putin ha auspicato che il popolo russo, il popolo ucraino, il popolo europeo e americano capiscano l'essenza delle proposte di sicurezza inviate da Mosca a Washington e alla Nato, rese pubbliche dal ministero degli Esteri la scorsa settimana.
Putin ha ammesso che la pubblicazione delle proposte è insolita e "non è un modo molto comune di condurre i colloqui", ma ha affermato che Mosca ha deciso di agire come ha fatto per le sue preoccupazioni in base a cui la Nato potrebbe bloccare i negoziati mentre riforniva a dismisura l'Ucraina di armi moderne .
"Parleranno all'infinito, discuteranno all'infinito della necessità di negoziare e non faranno nulla, tranne che rifornire il nostro vicino con moderni sistemi di armi aumentando le minacce contro la Russia, con cui saremo costretti ad imbatterci in qualche modo, in qualche modo per vivere," ha detto il presidente.
Pertanto, ha osservato Putin, "la nostra proposta è aperta e comprensibile".
"Mette tutti i partecipanti al processo diplomatico all'interno di un determinato quadro. Ma per noi c'è un solo obiettivo: raggiungere accordi che garantiscano, sia per oggi che a lungo termine, la sicurezza della Russia e dei suoi cittadini," ha sottolineato Putin.

Hotline di emergenza, risoluzione delle controversie e limitazioni alle esercitazioni

La dettagliata proposta russa prevede la creazione di "hotline" per i contatti di emergenza tra le parti. Sottolinea inoltre che "le parti non devono creare condizioni o situazioni che pongono o potrebbero essere percepite come una minaccia per la sicurezza nazionale di altre parti".
La bozza delinea anche i meccanismi per affrontare le controversie in regioni specifiche.
"Le parti manterranno il dialogo e l'interazione sul miglioramento dei meccanismi per prevenire gli incidenti in alto mare (principalmente nei Paesi baltici e nella regione del Mar Nero)", si legge nel documento.
Vladimir Putin durante la sua Conferenza stampa di fine anno 2021 - Sputnik Italia, 1920, 26.12.2021
Putin: Russia ha diverse opzioni di risposta all'espansione Nato verso est
La bozza del trattato propone inoltre che la Russia e la Nato "mostrino moderazione nella pianificazione militare e nello svolgimento di esercitazioni per ridurre i rischi di eventuali situazioni pericolose in conformità con i loro obblighi ai sensi del diritto internazionale, compresi quelli stabiliti negli accordi intergovernativi sulla prevenzione di incidenti in mare al di fuori delle acque territoriali e dello spazio aereo, nonché negli accordi intergovernativi sulla prevenzione di attività militari pericolose".
"Per escludere incidenti, la Federazione Russa e gli Stati membri dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico non condurranno esercitazioni militari o altre attività militari oltre il livello di brigata in una zona di larghezza e configurazione adeguate su ciascun lato del confine della Federazione Russa e degli Stati in alleanza militare nonché dei Paesi che sono membri dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico", propone la bozza di accordo.
La proposta incoraggia inoltre le parti a "scambiare regolarmente e volontariamente valutazioni delle minacce attuali e delle sfide alla sicurezza, informarsi reciprocamente su esercitazioni e manovre militari e mantenere le disposizioni delle loro dottrine militari".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала