Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Chiese trasformate in negozi e moschee". Un libro racconta la "fine della cristianità"

© AFP 2021 / Anne-Christine PoujoulatПрохожие на фоне собора Нотр-Дам-де-Пари во время его реставрации
Прохожие на фоне собора Нотр-Дам-де-Пари во время его реставрации - Sputnik Italia, 1920, 26.12.2021
Seguici su
L'ultimo volume della filosofa francese Chantal Delsol, "La fin de la Chrétienté", denuncia la fine dell'influenza cristiana sulla morale e sulla politica, con le "altre religioni" pronte ad "invadere la scena".
Pochi fedeli che partecipano alle celebrazioni, chiese costrette a chiudere, che diventano supermercati o moschee. È “la fine della cristianità” secondo la filosofa francese Chantal Delsol. Laureata alla Sorbona, insegna all’Università di Marne-le-Vallée e fa parte dell’Accademia di Francia.
Secondo la sua analisi la grande influenza che la religione cristiana ha avuto sull’etica e sulla politica è giunta al termine.
Siamo dinanzi alla fine della “incarnazione temporale” del cristianesimo. Una “marcia verso l’abisso”, una “caduta”, la definisce la studiosa, dove "tutto si sta disfacendo", mentre "le altre religioni invadono la scena".
In alcuni quartieri delle maggiori città francesi, ma anche nei piccoli centri, ormai la maggioranza della popolazione, nota Delsol, è musulmana. E secondo la tesi della filosofa, come si legge su Libero, presto la fede islamica sarà predominante nelle grandi città.
Per contro, spiega ancora l’accademica nel volume, la morale e la tradizione cristiana fa fatica ad affermarsi in tutti i settori, dalla politica, all’istruzione, dall’editoria al giornalismo. Oggi sostiene Chantal Delsol, stiamo vivendo “l’inversione dell’inversione”.
L’analisi della filosofa, infatti, traccia una genealogia delle “inversioni normative” che si sono succedute. La cristianità inizia, appunto, con la conversione dell’imperatore Costantino, che invertì le regole romane.
“Divorzio, aborto, suicidio, omosessualità, prima ammesse – riassume il quotidiano francese Le Monde, descrivendo l'opera con toni critici – furono interdette. Ma come la cristianità aveva invertito le norme pagane, la postmodernità ha invertito quelle cristiane”.
L’inversione postmoderna, per Chantal Delsol, è irreversibile. La cristianità avrebbe ormai definitivamente lasciato il posto ad un “paganesimo cosmoteista” che ha sostituito il concetto cristiano di sacro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала