Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Torino, prenota 3mila euro di pesce ma paga con assegno rubato: Natale in carcere

Gamberetti
Gamberetti - Sputnik Italia, 1920, 25.12.2021
Seguici su
Per imbandire la tavola di Natale con un pranzo molto lussuoso, un uomo di 36 anni di Mappano, in provincia di Torino, aveva nei giorni scorsi provato a comprare 3mila euro di pesce all’ingrosso con un assegno rubato.
L’uomo si era presentato ad un agente di un'azienda di Orbassano che effettua vendita all’ingrosso di pesce. L’agente, dall’alto della sua esperienza, si è subito insospettito del fatto che l’uomo, pur vantando di possedere più di un ristorante, chiedeva un incontro in un luogo diverso dalle sue attività commerciali.
Così l’agente ha avvisato i carabinieri e nel frattempo ha organizzato la consegna della merce, da effettuare presso un bar chiuso da tempo, sito in corso Principe Oddone a Torino.
Lì è scattata la trappola per il 36enne, come riporta il TorinoToday. Sul posto ha trovato il pesce, come previsto, però, mentre saliva su di un taxi per dileguarsi con tutta la merce, veniva fermato dai carabinieri di Leinì e Venaria, che si erano appostati in borghese e stavano filmando tutto.
La trappola è costata il carcere all’uomo, perché sono bastate poche ore per verificare che l’assegno risultava denunciato come rubato.
Si è poi scoperto che l’uomo non era nuovo a simili truffe. In precedenza, era riuscito a pagare della merce con un assegno smarrito, ma anche in quel caso non gli era andata poi così bene.
La moneta elettronica, a differenza degli assegni, in questo tipo di truffe ha i suoi lati positivi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала