Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Iran nelle condizioni di produrre combustibile nucleare e conta di usarlo presto

© Sputnik . Andrey Reznichenko / Vai alla galleria fotograficaCentrale nucleare di Bushehr, Iran
Centrale nucleare di Bushehr, Iran - Sputnik Italia, 1920, 25.12.2021
Seguici su
L'Iran può produrre combustibile nucleare a livello nazionale e presto inizierà a usarlo nella centrale nucleare di Bushehr, ha dichiarato a Sputnik Mohammad Eslami, capo dell'Organizzazione per l'energia atomica nazionale (Aeoi).
"L'Iran può già produrre combustibile nucleare a livello nazionale. Abbiamo avuto colloqui con Rosatom (compagnia statale nucleare russa - ndr) e auspichiamo che nell'ambito della nostra cooperazione, sulla base dei piani e dei contratti che firmeremo, saremo in grado di iniziare ad utilizzare il combustibile iraniano nel reattore a Bushehr", ha detto Eslami.
L'Iran si aspetta che la compagnia nucleare statale russa Rosatom acceleri la costruzione della seconda e della terza unità di potenza nella centrale nucleare di Bushehr, che è in ritardo di quasi due anni, ha aggiunto Mohammad Eslami.
"La costruzione del secondo e del terzo reattore è in ritardo di circa 23 mesi... Ci aspettiamo che Rosatom permetta di accelerare l'attuazione del progetto con un piano concordato per recuperare tutti i ritardi", ha affermato Eslami.
Inoltre, Mosca fornisce a Teheran il combustibile nucleare necessario per il funzionamento del primo reattore. L'ultima fornitura di carburante russo è stata effettuata nell'aprile 2020.
Teheran ha pagato per intero la Russia per la costruzione del primo reattore della centrale di Bushehr e non ha debiti in sospeso con Mosca, ha detto Mohammad Eslami.
"No. Non più. L'Iran ha pagato tutti i suoi debiti con la Federazione Russa", ha detto Eslami in risposta a una domanda sulle questioni finanziarie tra i due paesi riguardo al progetto dell'impianto nucleare.
Ad agosto l'ambasciatore russo in Iran Levan Dzhagaryan ha affermato che Mosca e Teheran non hanno risolto la questione dell'esposizione finanziaria iraniana per la centrale nucleare di Bushehr a seguito delle sanzioni statunitensi che hanno congelato i fondi di Teheran nelle banche giapponesi e sudcoreane. Nonostante ciò, la centrale ha continuato a funzionare normalmente.
La costruzione dei reattori nella centrale nucleare di Bushehr è il più grande progetto congiunto russo-iraniano. Il primo blocco della centrale nucleare, completato in collaborazione con la Russia, è stato connesso alla rete elettrica nazionale iraniana nel settembre 2011. La costruzione del secondo blocco è in corso, mentre è stato firmato un contratto per la costruzione di una terza unità.
Programma nucleare iraniano - Sputnik Italia, 1920, 25.12.2021
Teheran: livello arricchimento uranio non sarà superiore al 60% anche con sanzioni USA in vigore
L'infrastruttura critica degli impianti nucleari iraniani è sicura e le vulnerabilità vengono costantemente monitorate per potenziali attacchi informatici, ha aggiunto Mohammad Eslami.
"Ogni Paese presta grande attenzione a garantire la sicurezza delle sue centrali nucleari... Tutti i nostri sistemi sono sicuri, tutte le loro vulnerabilità sono sotto controllo grazie alle misure che abbiamo adottato. Ci auguriamo che misure di sicurezza così elevate nella nostra infrastruttura nucleare possano scoraggiare quelli che cercano di sabotarla", ha detto Eslami.
I sistemi elettronici statali iraniani sono recentemente diventati bersaglio di attacchi informatici. Ad ottobre le reti di distributori di benzina iraniane sono state attaccate, consentendo ai conducenti iraniani di acquistare il carburante a prezzi inferiori. Le autorità hanno poi affermato che gli Stati Uniti e Israele erano dietro il cyber-attacco.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала