Vicepremier russo: il prezzo del gas in Europa resterà alto nel nuovo anno

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotograficaAlexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa.
Alexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa. - Sputnik Italia, 1920, 24.12.2021
Seguici suTelegram
Il vicepremier Alexander Novak ritiene che il prezzo del gas nella UE nel 2022 rimarrà alto.
Il prezzo del gas in Europa nel 2022 si manterrà a livelli abbastanza elevati, come indicato dall'attuale equilibrio tra domanda e offerta, ha affermato il vicepremier russo Alexander Novak.

"L'equilibrio tra domanda e offerta ora è tale che il prezzo è piuttosto alto. Penso che l'anno prossimo sarà a livelli abbastanza alti", ha detto Novak in un'intervista al canale televisivo Rossiya24.

Il vicepremier ha osservato che nella situazione europea, quando le importazioni di gas si attestano tra i 250-300 miliardi di metri cubi all'anno, bisogna sempre capire dove ottenere questi volumi e affidarsi, prima di tutto, a contratti a lungo termine. La Russia li ha sempre sostenuti.
Gazprom - Sputnik Italia, 1920, 24.12.2021
L'Europa ha prelevato oltre il 41% di gas immesso nei depositi quest'anno - Gazprom
I prezzi del gas in Europa hanno iniziato ad aumentare dall'inizio dell'anno, con un balzo notevole tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno. All'inizio di agosto, il prezzo stimato dei futures più prossimi sull'indice TTF era di circa 515 dollari per mille metri cubi e alla fine di settembre la cifra era più che raddoppiata. In questi giorni è stato raggiunto il record storico con il prezzo che ha superato i 2mila dollari per mille metri cubi.
Secondo Vladimir Putin, la carenza di gas nel mercato europeo è stata il risultato della politica economica della Commissione Europea.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала