Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Platino-1 e Platino-2, satelliti italiani Asi verso il lancio: osserveranno la Terra molto da vicino

CC0 / / Satellite, Terra e Luna
Satellite, Terra e Luna - Sputnik Italia, 1920, 24.12.2021
Seguici su
L’Agenzia spaziale italiana (Asi) ha resto noto che sono stati firmati gli accordi per le missioni dei minisatelliti Platino-1 e Platino-2, che saranno lanciati tra fine 2022 e il 2024 a bordo del vettore europeo Vega.
Sono stati infatti firmati i contratti per i servizi di lancio. Firma avvenuta su incarico dell’Asi tra il raggruppamento di imprese RTI con Arianspace.
“La piattaforma per minisatelliti PLATiNO dell’Asi è stata progettata dal raggruppamento di imprese (RTI) costituito dalla mandataria SITAEL, Thales Alenia Space, Leonardo e Airbus Defence and Space ed è stata ideata per supportare un’ampia gamma di missioni in differenti scenari operativi nei settori dell’osservazione della Terra, telecomunicazioni e missioni scientifiche”, spiega l’Asi in un comunicato stampa.
Il programma di minisatelliti per l’osservazione della Terra garantirà “una riduzione dei costi di sviluppo ed operativi, in un momento di mercato estremamente competitivo e favorirà il posizionamento strategico del nostro comparto industriale in un settore che vede l’affermarsi di nuovi sistemi quali le megacostellazioni satellitari”, come gli Starlink di SpaceX.
Entrambi i satelliti partiranno dalla base di lancio europea di Kourou, nella Guinea Francese, da dove, tra poche ore, partirà anche il James Webb Telescope.

La missione Platino-1

Platino-1 sarà equipaggiato con un innovativo radar ad apertura sintetica (SAR) in banda X, e sarà in grado di operare sia in modalità passiva che attiva, garantendo prestazioni mai ottenute sino ad oggi nel settore dei mini SAR, aprendo, nel contempo, la strada a nuovi scenari interoperativi fra differenti missioni, quali applicazioni bistatiche.

La missione Platino-2

Per quanto riguarda il minisatellite della missione Platino-2, esso sarà equipaggiato con un sensore infrarosso termico (TIR), che sarà operativo nell’ambito e a supporto del controllo del territorio e nella gestione delle emergenze.
Nella pratica, le immagini prodotte da Platino-2 verranno impiegate per test di monitoraggio delle acque, degli agenti inquinanti, delle coltivazioni e della vegetazione, del consumo energetico in aree urbane e nel monitoraggio degli incendi.
PLATiNO-2 sarà una delle prime missioni nazionali ad osservare la Terra nel canale termico da una orbita inferiore a 400 km, migliorando significativamente la risoluzione delle immagini collezionate.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала