Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Los Angeles, polizia uccide ragazza di 14 anni sparando a sospetto

© AFP 2021 / Mandel Ngan Scena del crimine
Scena del crimine - Sputnik Italia, 1920, 24.12.2021
Seguici su
Intervenendo contro un sospetto che aveva aggredito una donna, la polizia di Los Angeles, giovedì, ha sparato, colpendo a morte l’uomo, ma uccidendo anche, accidentalmente, una ragazza di 14 anni, che si trovava all'interno di un camerino del negozio di abbigliamento dov'è avvenuto l’incidente.
I colpi sono stati sparati intorno alle 11:45, ora locale, in un negozio Burlington, nella zona di North Hollywood, nella San Fernando Valley. La polizia era intervenuta su segnalazione di un’aggressione nei confronti di una donna, che in effetti è stata trovata in condizioni definite “da moderate a gravi” e poi ricoverata in ospedale.
Non è ancora noto in che modo l’uomo abbia ferito la donna, se con arma da taglio, con un cavo di metallo pesante trovato vicino alla scena o anch’egli con arma da fuoco. Particolare non di secondaria importanza, nel moento in cui le autorità dovranno indagare sul rispetto delle regole di ingaggio da parte dei poliziotti.
"Non puoi vedere dentro i camerini, sembra solo un muro dritto di cartongesso", ha detto l'assistente capo della polizia di Los Angeles Dominic Choi, cercando di spiegare ai media come uno dei proiettili possa aver colpito la ragazza.
Il capitano della polizia di Los Angeles, Stacy Spell, in conferenza stampa, ha a sua volta difeso la posizione dei suoi agenti, sostenendo che questi abbiano aperto il fuoco solo per difendere la donna aggredita e salvarle la vita, non potendo prevedere una sfortunata coincidenza del genere.
Un episodio molto simile era già accaduto a Los Angeles il 21 luglio 2018, quando degli agenti spararono a un uomo, Gene Evin Atkins, che aveva a sua volta colpito con arma da fuoco la nonna e la sua ragazza prima di lanciarsi in una fuga in auto. Schiantatosi fuori dal mercato di Trader Joe, la polizia gli sparò e uno dei proiettili finì per colpire una ragazza di 27 anni, Melyda Corado, trovatasi nei pressi per caso, uccidendola.
In quell’occasione, i pubblici ministeri decisero che gli agenti fossero innocenti, poiché reagirono agli spari del sospetto, e quindi avessero rispettato le regole di ingaggio, pur se esplosero i colpi in un luogo affollato.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала