Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stoltenberg: la Nato non ha mai promesso di non espandersi

© AP Photo / Francois LenoirIl segretario generale della NATO Jens Stoltenberg
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg - Sputnik Italia, 1920, 23.12.2021
Seguici su
Come parte delle sue proposte di sicurezza, la Russia ha chiesto che la Nato non si espanda verso est o dispieghi alcun tipo di arma offensiva nell'Europa orientale.
La Nato non ha mai promesso di non espandersi ed emerge da una serie di trattati internazionali, ha affermato oggi il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Jens Stoltenberg.
Stoltenberg ha fatto riferimento al memorandum di associazione della Nato (il cosiddetto Trattato di Washington), secondo cui qualsiasi Paese può chiedere di entrare nell'alleanza. Ha anche fatto riferimento ad altri documenti come l'Atto Finale della Conferenza sulla Sicurezza e la Cooperazione in Europa e la Carta di Parigi, insieme all'Atto di fondazione Nato-Russia.
"Questo è un principio fondamentale della sicurezza europea e anche la Russia vi ha aderito", ha affermato Stoltenberg. "Non è qualcosa che possiamo cambiare attraverso alcune citazioni".
Il segretario generale ha inoltre osservato che gli alleati smentiscono categoricamente di aver fatto promesse in relazione alla mancata espansione della Nato. "L'ex presidente sovietico Gorbaciov ha affermato che il tema dell'allargamento della Nato non era stato sollevato fino alla riunificazione tedesca", ha affermato Stoltenberg.
Le osservazioni sono arrivate dopo la conferenza stampa annuale del presidente russo Vladimir Putin, durante cui ha affermato che l'alleanza ha "ingannato" più volte la Russia e ha affermato che ci sono state "cinque ondate di espansione della Nato".
"Neanche un centimetro ad est, questo è quello che ci è stato detto negli anni '90. E allora? Ci hanno imbrogliato. Hanno solo barato con insolenza", ha detto Putin.
Le richieste alla Nato di non espandersi verso est e di non schierare armi offensive nei Paesi confinanti con la Russia sono tra le cosiddette "linee rosse" che Mosca ha evidenziato per l'Occidente nelle sue proposte per la sicurezza.
Militari NATO alle esercitazioni in Albania - Sputnik Italia, 1920, 21.12.2021
USA: paesi NATO discuteranno delle modifiche allo schieramento delle truppe in Europa
Le suddette proposte sono state presentate dal ministero degli Esteri russo il 17 dicembre e il Cremlino ha indicato di essere ancora in attesa di una risposta dall'Occidente nel merito. I negoziati sulla sicurezza tra Russia e Stati Uniti dovrebbero svolgersi all'inizio del 2022. Stoltenberg, a sua volta, ha affermato che l'alleanza cercherà discussioni "significative" con Mosca all'inizio del prossimo anno, aggiungendo che intende convocare una nuova riunione del Consiglio Nato-Russia il prima possibile nel 2022.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала