Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Putin sul riconoscimento dei talebani: la Russia collabora con i partner per un approccio comune

Delegazione dei Talebani arriva a Mosca per negoziati
Delegazione dei Talebani arriva a Mosca per negoziati - Sputnik Italia, 1920, 23.12.2021
Seguici su
Durante la tradizionale conferenza stampa annuale di oggi, il presidente russo Vladimir Putin ha detto che bisognerebbe basarsi sulla realtà, relativamente alla questione del riconoscimento dei talebani da parte della Russia.
"Stiamo lavorando con tutti i partner internazionali per arrivare a una decisione comune", ha precisato il capo di Stato russo, rispondendo alla domanda del corrispondente di Sputnik sul riconoscimento del governo dei talebani, durante la tradizionale conferenza stampa annuale.
Secondo Putin, bisogna "procedere dalla realtà", in relazione alla questione del riconoscimento dei talebani* da parte della Russia.
Il capo di Stato ha rilevato che non è una questione di secondo piano per la Russia, evidenziando che Mosca è per la stabilità regionale ed è preoccupata per la possibile penetrazione di elementi estremisti nelle repubbliche confinanti dell'Asia centrale, così come per il contrabbando di sostanze stupefacenti dall'Afghanistan.
Il presidente russo ha aggiunto che l'Afghanistan ha bisogno di assistenza ed i paesi che sono stati presenti sul territorio afghano per vent'anni, e che ne hanno distrutto l'economia, dovrebbero occuparsene.
Ha osservato che prima di tutto "occorre sbloccare i beni dell'Afghanistan nelle banche estere, principalmente americane, al fine di fornire assistenza umanitaria a tutti gli effetti al popolo afghano, altrimenti potrebbero esserci carestie e gravi conseguenze che colpiranno gli stati vicini".

Putin rivela quando la Russia potrebbe escludere i talebani dalla lista nera

Le osservazioni di Putin seguono a quanto affermato lo scorso ottobre sul fatto che i talebani potrebbero essere esclusi dalla lista delle organizzazioni illegali ed estremiste, se la situazione in Afghanistan migliorasse.
"Ci aspettiamo tutti da quelle persone, dai talebani, che ora controllano incondizionatamente la situazione in Afghanistan, ci aspettiamo che la situazione si sviluppi in modo positivo. Prenderemo la decisione di escluderli da questa lista dei terroristi, dalla lista delle organizzazioni terroristiche", ha detto.
Secondo Putin, la decisione dovrebbe essere presa allo stesso modo in cui è stata presa in precedenza, quando i talebani sono stati aggiunti all'elenco delle organizzazioni terroristiche, dopo la corrispondente decisione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

"Non è della Russia (la decisione - ndr)", ha sottolineato.

A metà agosto, i talebani sono entrati nella capitale afghana Kabul, mentre l'ultima provincia a resistere al gruppo, il Panjshir, si è arresa il 6 settembre. Così si è conclusa la vittoriosa offensiva dei talebani contro le truppe governative, che hanno offerto poca o nessuna resistenza.
*Organizzazione soggetta alle sanzioni dell'Onu per attività terroristiche
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала