Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Atteso alle ore 17 decreto su green pass ridotto a 6 mesi, mascherine Ffp2, divieto feste all'aperto

© Sputnik . Fabio CarbonePanorama su Torino
Panorama su Torino - Sputnik Italia, 1920, 23.12.2021
Seguici su
Ormai si attende soltanto il decreto del presidente del Consiglio dei ministri con cui si adotteranno nuove misure per contenere la pandemia non soltanto sul breve periodo, ma anche su un orizzonte temporale più ampio.
Tra le principali novità, riportate dai media italiani, l’obbligo di indossare la mascherina all'aperto fino al 31 gennaio 2021 e l’uso di mascherine Ffp2 nei locali al chiuso come cinema e teatri e durante gli eventi sportivi come allo stadio. La mascherina Ffp2 dovrà essere usata anche sui mezzi di trasporto pubblico.
Per quanto riguarda la durata del green pass si passerà dagli attuali 9 mesi (già ridotto da 12 mesi di recente) ai 6 mesi di validità a partire dall’1 febbraio 2022. Intendiamo in questo caso la durata del green pass per chi ha completato il ciclo vaccinale con doppia dose e per chi ha fatto anche la terza dose.
In merito alla terza dose, il ministro della Salute firmerà ad ore una ordinanza con cui stabilirà la riduzione da 5 a 4 mesi della distanza tra seconda dose di vaccino e terza dose (distanza tra ciclo vaccinale primario e dose di richiamo).
Ulteriore stretta anche per quanto riguarda il super green pass, quello riservato a vaccinati e guariti. Al momento è previsto che possano entrare nelle sale interne di bar e ristoranti e pizzerie soltanto chi è in possesso del super green pass, ma si vuole estendere l’esibizione del super green pass anche a chi sorseggia il caffè al banco in piedi. Green pass rafforzato valido anche per musei e palestre.
Per quanto riguarda le feste all'aperto sono vietate fino al 31 gennaio 2022 per evitare che si possano moltiplicare i focolai in presenza di una variante, la Omicron, che si è dimostrata essere molto contagiosa seppur meno pericolosa della variante delta.
Inoltre, per meglio proteggere gli anziani residenti nelle Rsa, sarà richiesto di essere immunizzati con terza dose o con due dosi e un tampone negativo.
Anche chi vorrà accedere in discoteca dovrà fare tre dosi di vaccino o presentare un tampone negativo con due dosi fatte.
Osservati speciali anche gli impianti sci, sui quali il Consiglio dei ministri pomeridiano sta valutando ulteriori restrizioni che vedono il ministro della Cultura Dario Franceschini contrario.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала