Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

‘Voci’ da Ganimede: la NASA rivela i rumori della luna più grande del Sistema Solare - Audio

Juno fotografa Ganimede - Sputnik Italia, 1920, 22.12.2021
Seguici su
I dati raccolti dalla sonda spaziale Juno della NASA, mentre volava attraverso la magnetosfera di Ganimede, la più grande delle tante lune di Giove e il nono oggetto più grande del sistema solare, hanno rivelato suoni extraterrestri molto interessanti.
I dati sono stati raccolti il 7 giugno, utilizzando lo strumento Juno's Waves, che si sintonizza sulle onde radio elettriche e magnetiche, prima di essere rispediti sulla Terra a oltre 800 milioni di chilometri di distanza, dove la NASA li ha elaborati e rappresentati, utilizzando lo spettro audio rilevabile dall'orecchio umano.
L’elaborazione è stata, infine, pubblicata in occasione dell'incontro dell’American Geophysical Union, insieme alla mappa più dettagliata mai ottenuta del campo magnetico di Giove.
Il ricercatore principale del progetto Juno, Scott Bolton, ha dichiarato:

"Se si ascolta attentamente, si può sentire ul brusco cambiamento a frequenze più alte intorno al punto medio della registrazione, che rappresenta l'ingresso in una regione diversa nella magnetosfera di Ganimede".

Per raccogliere i dati, Juno è arrivato a circa mille chilometri di distanza da Ganimede, cioè il volo più ravvicinato di un oggetto costruito dall'uomo dai tempi dell'avvicinamento, nel maggio del 2000, della sonda Galileo.
Ganimede è di particolare interesse per gli scienziati planetari. È la luna più grande del nostro sistema solare, per dimensioni (ma non per massa) supera persino Mercurio, ed è l'unica luna nota per avere un proprio campo magnetico.
Composto principalmente da silicati e ghiaccio d'acqua, ha un nucleo di ferro fuso, ma si ritiene abbia anche uno strato intermedio, composto da un oceano di acqua salata, a circa 200 chilometri di profondità, compresso tra due strati di ghiaccio.
Questo oceano allo stato liquido potrebbe contenere un volume maggiore di acqua di quella che ne contengono tutti gli oceani della Terra messi insieme. La combinazione di un campo magnetico, grandi quantità di acqua liquida, nonché di una tenue atmosfera di ossigeno, rende Ganimede un potenziale ospite per la vita aliena.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала