Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

COVID, farmaco tutto italiano: “prime sperimentazioni fra due anni”

© Depositphotos / RalwelMolecola di coronavirus
Molecola di coronavirus - Sputnik Italia, 1920, 22.12.2021
Seguici su
Arriverà dalla ricerca italiana una strategia per ostacolare l’infezione da coronavirus, un possibile farmaco per il quale è già stato depositato un brevetto. L’obiettivo è bloccare il recettore ACE2, la “porta di ingresso” del virus nelle cellule umane. Occorrono tempi e investimenti di ricerca, ma il primo passo è stato fatto.
La strada che condurrà ad un farmaco contro il Covid-19 e altri coronavirus ha preso il via da uno studio promosso dall’Istituto Italiano di Tecnologia, dalla Scuola Superiore Sant’Anna, dall’Università degli Studi di Milano. Il lavoro, base di un nuovo farmaco, è stato pubblicato sulla rivista Pharmacological Research.
In cosa consiste questo nuovo approccio di precisione contro l’infezione da Coronavirus? In quali tempi si riuscirà ad ottenere il nuovo farmaco? Sputnik Italia ha raggiunto per un’intervista Angelo Reggiani, capo ricercatore, principal investigator in farmacologia all’Istituto Italiano di Tecnologia, uno degli autori dello studio.
Angelo Reggiani, ci parli della vostra invenzione. Si tratta di una "tenda" che potrebbe bloccare il virus?
— Abbiamo inventato un nuovo modo di bloccare l’infezione virale, agendo direttamente sulla porta d'ingresso che il virus utilizza per entrare nelle cellule. Abbiamo mascherato tale porta, attraverso la creazione di una barriera che si chiama aptamero. L’aptamero è un breve filamento di DNA che si ancora nella porzione di recettore ACE2 dove si trova la porta di ingresso del virus. Poiché tutti i virus per vivere necessitano di infettare la cellula bersaglio, se il Sars-CoV-2 non riesce a trovare la porta di ingresso, allora è destinato a morire. Questo l’abbiamo dimostrato con studi in vitro.
Pillole - Sputnik Italia, 1920, 17.12.2021
Guido Rasi: la medicina per curare il Covid-19 sarà disponibile anche in Italia
Che cosa occorre adesso perché si arrivi ad un possibile farmaco contro l'infezione da COVID?
— Le prime cose da fare sono individuare una formulazione idonea per proteggere gli aptameri dalla degradazione e poi studiarne il profilo tossicologico. Fatto questo, il nostro aptamero potrà essere studiato sull’uomo. Noi speriamo di potere avviare le prime sperimentazioni fra due anni.
Quale sarebbe la tipologia del farmaco?
— Troppo presto immaginare la tipologia di farmaco. Gli studi formulativi a cui accennavo prima ci aiuteranno a definire questo aspetto.
Quanto sono importanti gli investimenti per procedere con il vostro studio? Siete alla ricerca di fondi?
— Ciò che abbiamo creato è un primo prototipo di farmaco. Al momento abbiamo dimostrato che la nostra invenzione è valida quando si lavora in una situazione sperimentale ben precisa, ovvero in vitro. Per potere arrivare al farmaco, ci servono altri passaggi che richiederanno anni e investimenti di ricerca. Saremmo molto contenti se questo percorso si dimostrerà di successo, poiché potrebbe rappresentare una rivoluzione per bloccare l’infezione da Sars-Cov-2, ma anche di altri Coronavirus.
È poco probabile che il COVID, con le sue varianti, scompaia nei prossimi anni. Secondo lei, fino ad oggi, non ci si è concentrati tanto sui vaccini e poco sulle terapie anti-COVID?
Il vaccino russo al Covid - Sputnik Italia, 1920, 12.08.2020
Un'infografica spiega come funziona il vaccino russo al Covid Sputnik V
— Data la gravità e la diffusione della pandemia, sviluppare nuovi vaccini è stato indispensabile. Come sempre accade, la ricerca continua e quindi ci dobbiamo aspettare che il futuro possa generare nuove armi per controllare la diffusione dell'infezione. Il potenziale farmaco che si potrà sviluppare partendo dalla nostra scoperta non andrebbe a sostituire in nessun modo la profilassi vaccinale, che risulta comunque essenziale nello scenario attuale, ma sarebbe semmai complementare.
L'opinione dell'autore potrebbe non rispecchiare la posizione della redazione
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала