Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bonaccini: “No al tampone per i vaccinati, genera confusione. Spingiamo su vaccini e regole”

© Foto : account Facebook BonacciniStefano Bonaccini - Presidente regione Emilia-Romagna
Stefano Bonaccini - Presidente regione Emilia-Romagna - Sputnik Italia, 1920, 22.12.2021
Seguici su
Il presidente dell’Emilia Romagna si dice contrario al test anche per chi ha completato il ciclo vaccinale, ma è a favore di maggiore rigore, dell’estensione del super green pass e delle mascherine anche all’aperto: “Serve prudenza”.
L’approccio dell’Italia alla gestione della pandemia sta dando i suoi frutti e, anche se i contagi sono in aumento, la situazione è migliore di altri paesi europei, per questo, il governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, invita a mantenere salde le regole in vigore, senza creare confusione su tamponi e vaccini.
“Non torniamo indietro su una strategia che sta dando i risultati migliori, casomai rafforziamola”.
Quindi, più prime dosi e richiami, mascherine, distanziamento, stop ad eventi che possano creare assembramenti e controlli, dice al Corriere della Sera.
“Il Paese si è dato una strategia netta: estendere la campagna vaccinale a tappeto” e “chiedere adesso ai vaccinati di fare il tampone per entrare in cinema, teatri, ristoranti o stadi indebolisce proprio la campagna vaccinale nel momento in cui dobbiamo invece spingere ancora di più sulle somministrazioni. Oltre a generare confusione”.
Sarebbe “sbagliato e controproducente”, aggiunge Bonaccini.

La linea del rigore

Bonaccini è convinto che la strada maestra sia la vaccinazione: “Rispetto a un anno fa, pur avendo più contagi, abbiamo un numero di decessi, ricoverati e casi gravi molto più basso, senza peraltro le chiusure e le limitazioni del Natale 2020. E questo grazie ai vaccini”.

E, oltre alle immunizzazioni, “dobbiamo proseguire sulla linea del rigore: uso delle mascherine, se necessario tornando a renderle obbligatorie anche all’aperto, estendendo l’utilizzo delle Fpp2, distanziamento, regole e, soprattutto, controlli più estesi”.

E il governatore non è contrario neanche all’estensione del super green pass, come alla moderazione su eventi per Capodanno: “I sindaci stanno già intervenendo, evitando le situazioni più a rischio, anche annullando eventi che possano portare ad assembramenti. Condivido, serve il massimo della prudenza”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала