Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Web 3.0, secondo Elon Musk per ora è "più parola d'ordine di marketing che realtà”

CC0 / Pixabay / Intelligenza Artificiale
Intelligenza Artificiale - Sputnik Italia, 1920, 21.12.2021
Seguici su
Il visionario, eccentrico imprenditore e pioniere della tecnologia Elon Musk, lunedì, ha condiviso su Twitter alcune sue riflessioni riguardo al passato e al futuro di internet.
Musk ha condiviso su Twitter il TikTok di una discussione del 1995 tra Bill Gates e David Letterman e ha chiesto retoricamente: "Data la natura quasi inimmaginabile del presente, quale sarà il futuro?"
Nel breve video tagliato della sua apparizione come ospite nello show per promuovere il suo nuovo libro e l'allora culmine della tecnologia software, Windows 95, Gates presentava Internet a Letterman, che all'epoca conosceva poco la materia, come la maggior parte del pubblico.
Dopo aver visto la clip, l'utente di TikTok che l’ha pubblicata, ha collegato la conversazione di Gates e Letterman a "cosa sta succedendo ora con Web3", intendendo che potrebbe trattarsi di una nuova rivoluzione, come quella che il fondatore della Microsoft preannunciò allora.
Musk, al contrario, nella discussione che è scaturita dal suo tweet, ha espresso l’opinione secondo la quale sarebbe al momento troppo presto per trarre conclusioni.
"Non dico che il web3 non sia reale, dico però che sembra più una parola d'ordine di marketing che una realtà in questo momento, mi chiedo solo come sarà il futuro tra 10, 20 o 30 anni. Il 2051 sembra futuristico!" ha scritto Musk in un commento.
Elon Musk - Sputnik Italia, 1920, 20.12.2021
Elon Musk rivela: "Quest'anno pagherò più di $ 11 miliardi di tasse"
Attualmente, il concetto di Web 3.0 si basa sull'idea di un Internet decentralizzato, basato sulla tecnologia blockchain, che viene utilizzata per alimentare token non fungibili (NFT) e criptovalute, come bitcoin.
I sostenitori del concetto credono che l’Internet di oggi sia dominato da alcune aziende giganti, come Amazon, Apple, Alphabet e Facebook (ora Meta). Invece, il Web3 potrebbe consentire ai consumatori di controllare i propri dati con solo un piccolo aiuto dalle macchine.
Molti utenti nella sezione commenti, come il creatore di dogecoin, la criptovaluta preferita dallo stesso Musk, si sono detti d’accordo con questi, poiché il Web 3.0 sarebbe ancora nelle sue fasi iniziali. Da più parti si crede che non sia ancora sufficientemente sviluppato per essere considerato completamente reale.
Altri, al contrario, hanno rilevato la necessità di muoversi verso lo sviluppo del Web 3.0, per ridurre la dipendenza degli utenti dalle Big Tech.
Pur alcune applicazioni finanziarie decentralizzate (DeFi), le organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) o lo spazio Non-fungible token NFT), mostrano tutti i segni di quello che potrebbe essere già definito un Web3.0, molti esperti di informatica avvertono che al momento sarebbero ancora troppe le incognite da vagliare per costruire una versione internet totalmente decentralizzata.
Nella stessa intervista del 1995 con Letterman, Gates prediceva il periodo d'oro della tecnologia dell'intelligenza artificiale, ma ammetteva anche di non avere idea di come sarebbe stato effettivamente il futuro e dei rischi che avrebbero potuto comportare certe tecnologie, capaci di sostituire fin troppo l’attività umana.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала