Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Kazakistan, si aprono nella capitale i colloqui sulla Siria nel ‘formato di Astana’

© SputnikAstana
Astana - Sputnik Italia, 1920, 21.12.2021
Seguici su
Le autorità del Kazakistan, paese organizzatore dell’evento, hanno annunciato per oggi, martedì 21 dicembre, la ripresa dell’esame sulla situazione in Siria, allo scopo di mantenere la stabilità nelle zone di pace, in linea con i precedenti accordi raggiunti durante il ‘Processo di Astana’.
Il nuovo giro di colloqui sulla Siria si apre oggi nella capitale kazaka di Nur-Sultan (Astana fino al marzo 2019, poi rinominata in onore del presidente della repubblica uscente, Nursultan Nazarbaev). L'evento si concentrerà principalmente sulla situazione nel Paese mediorientale, tormentato dal conflitto, e sull'attuazione degli accordi precedentemente raggiunti.

"Inoltre, gli Stati garanti - Russia, Turchia e Iran - entro dicembre terranno una sessione del Gruppo di lavoro sulle Persone detenute Forzatamente, con la partecipazione dell'ONU e del CICR [Comitato internazionale della Croce Rossa]", ha affermato il ministero degli Esteri kazako in una nota.

Le parti discuteranno anche le prospettive del Comitato costituzionale siriano, al fine di dare impulso ai colloqui di Ginevra all'interno delle Nazioni Unite.
Ai negoziati prenderanno parte le delegazioni di Russia, Turchia, Iran, governo siriano e opposizione siriana. Sono attesi una qualità osservatori rappresentanti dell'ONU, della Giordania, del Libano e dell'Iraq. Le consultazioni a Nur-Sultan dureranno due giorni.
Ayman Susan, viceministro siriano degli affari esteri e degli espatriati, rappresenterà il governo siriano, mentre Ahmad Tomah guiderà la delegazione dell'opposizione siriana. La Turchia sarà rappresentata dal direttore generale del ministero degli Esteri per la Siria, Selcuk Unal, mentre la delegazione iraniana sarà guidata da Ali Asghar Khaji, assistente speciale del ministro degli Esteri iraniano per gli affari politici speciali.
La parte delle Nazioni Unite sarà guidata dal vice inviato speciale Khawla Mohammed Ali Matar.
Nel frattempo, il ministero degli Esteri kazako deve ancora confermare che i ministri degli esteri russo, turco e iraniano si incontreranno a Nur-Sultan come parte dei colloqui. Il ministro degli Esteri kazako, Mukhtar Tleuberdi, aveva precedentemente affermato che era allo studio l'incontro dei massimi diplomatici del formato di Astana.

"La riunione dei ministri degli Esteri degli Stati garanti non è stata ancora confermata. Ma il prossimo giro di colloqui siriani si terrà, come era stato annunciato, dal 21 al 22 dicembre a livello quantomeno di viceministri degli Esteri", il portavoce del ministero degli Esteri kazako Aibek Smadiyarov aveva detto a Sputnik all'inizio di dicembre.

I negoziati per risolvere la guerra siriana, scoppiata nel 2011, sono in corso a Nur-Sultan dal 2017, con la mediazione degli Stati garanti del formato di Astana (dal precedente nome della capitale).
Nel gennaio 2018, la città russa di Sochi ha ospitato il congresso del dialogo nazionale siriano, il primo tentativo del genere dall'inizio del conflitto di riunire le principali forze politiche siriane. Il principale risultato del congresso è stata la decisione di creare un Comitato costituzionale, che opera a Ginevra e il cui compito principale è preparare la riforma costituzionale in Siria.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала