Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Indagini sulle plusvalenze, Gdf nella sede dell’Inter e della Lega calcio

© AP Photo / Lars BaronIl gol di Godin in Siviglia-Inter
Il gol di Godin in Siviglia-Inter - Sputnik Italia, 1920, 21.12.2021
Seguici su
Gli accertamenti riguardano una decina di cessioni di giocatori della squadra milanese, tra queste anche Radu e Pinamonti. Attualmente la Procura di Milano indaga su ignoti.
Accertamenti su plusvalenze di 100 milioni relative alle annualità 2017/18 e 2018/19. Per questo oggi i finanziari del Nucleo di polizia economico finanziaria di Milano si sono recati nella sede dell’Inter e della Lega calcio di Serie A.
In particolare, sotto la lente di ingrandimento della Guardia di finanza ci sono le cessioni di una una decina di giocatori di fascia medio-bassa, alcuni anche delle giovanili.
Tra i nomi interessati anche quelli del portiere romeno Ionut Radu e dell’attaccante Andrea Pinamonti.
Dopo la Juventus, quindi, il cerchio delle indagini sulle plusvalenze si allarga. Il Gdf ha verificato anche i documenti del Milan ma non ha riscontrato incongruenze.
Cristiano Ronaldo - Sputnik Italia, 1920, 03.12.2021
Juventus, aperta un'indagine sulla cessione di Cristiano Ronaldo al Manchester United
“L'ipotesi di reato per la quale sono in corso le indagini preliminari, nei confronti di ignoti, riguarda il delitto di false comunicazioni sociali”, si legge ancora nella nota firmata dal procuratore facente funzioni Riccardo Targetti.

Operazioni che pesano per il 10% dei ricavi

Gli investigatori stanno cercando di far luce sui bilanci della società tra il 2017 e il 2019.
In questo periodo le plusvalenze generate con le cessioni hanno inciso per il 10% dei ricavi dell’Inter e la Procura ci vuole vedere chiaro.
Il metodo usato per generare il flusso di cassa sarebbe stato quello di “sopravvalutare” i giocatori di fascia medio-bassa o delle giovanili nelle operazioni di compravendita tra Inter e altre squadre.

Nell'ipotesi d'accusa iscrivere quelle plusvalenze potrebbe essere servito per "abbellire" i conti della società per quegli anni.

L'Inter ha confermato in una nota "di aver fornito la documentazione richiesta relativa alle cessioni di taluni calciatori avvenute nelle stagioni 2017/2018 e 2018/2019. La richiesta è pervenuta dalla Procura di Milano per verificare la regolare contabilizzazione delle relative plusvalenze. I bilanci della società sono redatti nel rispetto dei più rigorosi principi contabili".
Il club neroazzuro ha sottolineato che "nessun tesserato dell'Inter è indagato. Nessuna contestazione è stata formalizzata. Come recita il comunicato stesso della Procura, si tratta di indagini preliminari".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала