Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Italia e nel mondo per le Feste si brinda con le bollicine tricolore

© Sputnik . Sergey Malgavko / Vai alla galleria fotograficaCalici bollicine
Calici bollicine - Sputnik Italia, 1920, 21.12.2021
Seguici su
Record per il 2021, con oltre 316 milioni di bottiglie, +18,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In Italia ne verranno stappate 88 milioni, il resto tutto all’estero.
Sono circa due miliardi i brindisi attesi per le festività natalizie e di Capodanno, che verranno festeggiati stappando una bottiglia di “bollicine” italiane.
Il record, per un valore alla produzione di 236 milioni di euro, è stato annunciato dall’Osservatorio Unione italiana vini (Uiv)-Ismea.
In Italia e nel mondo sono oltre 316 milioni le bottiglie italiane pronte per essere consumate durante le feste, il 18,3% in più rispetto allo scorso anno e il 50% in più rispetto a solo cinque anni fa.
Un bottino di tutto rispetto che vede una preponderanza di esportazioni per le bollicine tricolore.

Sul totale, quasi 3 bottiglie su 4 sono destinate all’estero, mentre sono circa 88 milioni le bottiglie (+14%) riservate per le feste alle tavole degli italiani, a cui si aggiungono le bollicine importate, pari a circa 5 milioni di bottiglie, anch’esse mai così numerose (+50% sul 2020).

Prosecco in testa

Le principali denominazioni Doc italiane trainano le vendite record e le percentuali di crescita, quasi tutte a doppia cifra.

Si parte con il Prosecco Doc, che registra un +25%, per passare all’Asti dal Franciacorta, al Conegliano Dogc, al Trento all’Oltrepò, dall’Alta Langa al Lessini Durello ai Colli Asolani.

Per Uiv-Ismea, il 2021 è stato “l’anno del rimbalzo per lo sparkling tricolore, che chiuderà l’anno a circa 900 milioni di bottiglie e un forte incremento delle vendite all’estero (+20% a volume)”.

Consumi in crescita non solo all’estero

Anche in Italia le vendite sono andate a gonfie vele: secondo Ismea/Nielsen, gli acquisti nella Grande distribuzione, nei primi 11 mesi, segnano un +22% in volume, accompagnato da un +26% in valore, rispetto al pari periodo 2020.
Complessivamente, nel 2021 il valore alla produzione degli spumanti italiani supererà per la prima volta i 2,4 miliardi di euro.
Un incremento a cui si aggiunge un volume produttivo in costante ascesa (+170% nell’ultimo decennio). Oggi le bollicine sono arrivate a rappresentare circa 1/4 del totale delle esportazioni di vino italiano nel mondo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала