Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

EMA: "Vaccini anti-Covid sono chiaramente meno efficaci contro Omicron"

© AP Photo / Peter Dejong Il quartier generale dell'EMA ad Amsterdam
 Il quartier generale dell'EMA ad Amsterdam - Sputnik Italia, 1920, 21.12.2021
Seguici su
Ma l'estrema parzialità dei dati spinge alla prudenza l'Agenzia europea per i medicinali.
I primi dati mostrano un "chiaro" calo dell'efficacia degli attuali vaccini Covid-19 contro la variante Omicron del coronavirus.
Ad affermarlo al Financial Times è Emer Cooke, direttore esecutivo dell'Agenzia europea per i medicinali, precisando che ci vorrà del tempo per raggiungere un consenso sull'opportunità o meno di vaccini mirati alla variante.

I risultati preliminari delle ricerche indicano infatti un calo degli anticorpi rispetto ad Omicron per una persona vaccinata con due dosi, tanto di vaccino mRNA quanto di sieri a base di adenovirus.

"I dati in arrivo non sono affatto definitivi, ci sono numeri molto ridotti, ma è chiaro che ci sia un calo di efficacia", ha proseguito Cooke.

Ci sono però anche buone notizie, testimoniate dal fatto che i primi dati suggerirebbero che con una terza dose sia possibile ripristinare almeno parzialmente i livelli anticorpali, ma, ad ogni modo, Cooke ha sottolineato che sarà necessario lavorare maggiormente sull'efficacia dei vaccini.
Secondo il direttore esecutivo di Ema, ad oggi è di vitale importanza continuare ad applicare in maniera rigida le regole anticontagio, così come andare avanti con le vaccinazioni, che restano ancora il migliore scudo contro gravi decorsi della malattia.
"Questo è davvero ciò che dobbiamo fare ora come messaggio e lasciare che la scienza faccia il suo corso. Ma se ci fermiamo con la vaccinazione e i richiami, perderemo diversi mesi", ha messo in guardia Cooke.

Verso vaccini specifici per Omicron?

Riguardo alla possibilità di sviluppare vaccini che contrastino in maniera specifica la variante Omicron, l'Ema ritiene che una tale decisione vada presa solo "quando ci saranno prove scientifiche sufficienti relative al fatto che gli attuali vaccini non funzionano".
Ad ogni modo, ha rimarcato Emer Cooke, la scelta non spetterà all'Ema, quanto piuttosto alla comunità scientifica internazionale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала