Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Standing ovation per Mattarella alla Farnesina: "Ultima occasione in cui mi rivolgo ad ambasciatori"

© Francesco_AmmendolaIl presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella
Il presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella - Sputnik Italia, 1920, 20.12.2021
Seguici su
Le ambasciatrici e gli ambasciatori riuniti al Ministero degli Esteri per i tradizionali auguri natalizi hanno tributato una standing ovation al presidente che nel prossimo mese di gennaio porterà a compimento il suo settennato.
In occasione degli auguri per le prossime festività alle ambasciatrici e agli ambasciatori riuniti alla Farnesina per la XIV Conferenza, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato che questa è "l'ultima occasione in cui posso rivolgermi alla vostra comunità"
Il capo dello stato ha sottolineato come "la coesione fra le democrazie liberali" rimanga la "priorità e costituisce il nucleo attorno al quale rafforzare un ampio e stretto raccordo tra i Paesi a ordinamento democratico" dell'Ue.
La difesa dei valori liberal-democratici e dello Stato di diritto all’interno del nostro Continente e fuori di esso è, in questo senso, essenziale. Sono valoriche vanno tuttavia praticati e vissuti, sia attraverso il rafforzamento del carattere irreversibilmente democratico della cittadinanza europea, sia nella gestione delle crisi di fronte alle quali si trova l’Europa", ha proseguito Mattarella.
Il presidente ha quindi criticato la concezione che alcuni stanno cercando di promuovere dell'Europa come "'fortezza", la quale, oltre a non corrispondere "alle ambizioni di questa Unione europea", denota anche uno "scarso rispetto dei diritti umani".
Parlando dell'emergenza pandemica, Mattarella ha sottolineato come la crisi sanitaria legata al coronavirus abbia "messo in luce la vitalità e il valore aggiunto della costruzione europea, che ha saputo coordinare le risposte degli Stati membri, evitato una chiusura totale delle frontiere nazionali, messo a fattore comune le risorse europee e nazionali per finanziare ricerca e acquisto di vaccini".
Tutte evidenze fattuali che secondo il capo dello stato vanno a scacciare le preoccupazioni relative ad un possibile "ridimensionamento di ambizioni, che negli anni passati aveva posto al centro del dibattito le imperfezioni del processo di integrazione".
L'intervento si è quindi concluso con la standing ovation da parte di ambasciatori e diplomatici alla Farnesina e con il ringraziamento del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il quale ha sottolineato lo "straordinario contributo" di Mattarella "alla nostra azione di politica estera e per il suo impagabile sostegno".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала