Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Diplomazia russa chiede a Stati Uniti risposta urgente a proposta di garanzie sulla sicurezza

© AP Photo / Vadim GhirdaMilitari della NATO durante le esercitazioni Spring Storm 2017
Militari della NATO durante le esercitazioni Spring Storm 2017 - Sputnik Italia, 1920, 20.12.2021
Seguici su
La diplomazia russa ha annunciato una proposta per la sicurezza il 15 dicembre, pubblicando venerdì i dettagli sul sito web del ministero degli Esteri, e sollecitando oggi agli Stati Uniti un riscontro in tempi stringenti.
Il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov ha esortato Washington a dare una risposta quanto più possibile immediata alle proposte di garanzie di sicurezza, sottolineando che la situazione che riguarda le relazioni Russia-Usa è critica.
"Penso che non ci sarà alcun rifiuto [da parte degli Stati Uniti] in quanto tale, ma ci sarà un tentativo di aggiungere ogni sorta di desideri, condizioni, ogni sorta di idee aggiuntive solo per rilanciare la palla dalla nostra parte", ha detto il diplomatico.
Ryabkov Ha osservato che Washington cercherà di rallentare il processo negoziale, ma ha affermato che Mosca ha bisogno di una risposta il prima possibile perché la situazione continua a peggiorare.
La scorsa settimana il ministero degli Esteri russo ha pubblicato due progetti di accordi sulle garanzie di sicurezza tra la Federazione russa, gli Stati Uniti e la NATO. La prima proposta, intitolata "Trattato tra gli Stati Uniti d'America e la Federazione Russa sulle garanzie di sicurezza", propone impegni giuridicamente vincolanti di Mosca e Washington a non schierare armi e forze in aree che possano costituire una minaccia per la sicurezza nazionale l’un l'altro.
La proposta stabilirebbe inoltre che entrambe le parti non inviino navi o aerei a distanza di tiro dall'altra parte, nonché limiterebbe il dispiegamento di missili a medio e corto raggio e suggerirebbe la restituzione al paese di origine delle testate nucleari schierate all’estero.
Mosca ha anche chiesto alla NATO di fermare la sua espansione verso est in direzione dei confini della Russia e di non invitare paesi post-sovietici nel blocco, o creare basi militari sul loro territorio di questi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала