Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Trenitalia debutta in Francia, ma pensa già alla Spagna e al resto d’Europa

CC BY-SA 2.0 / Nelso Silva / FS ETR 400 15Frecciarossa 1000 (foto d'archivio)
Frecciarossa 1000 (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 19.12.2021
Seguici su
La società italiana ha lanciato la tratta Milano-Parigi, l’anno prossimo darà il via al Madrid-Barcellona e poi Austria e Germania.
L’esordio sulle ferrovie francesi è stato un successo, come anche i dati di prenotazioni da Natale a Pasqua per la nuova tratta, appena inaugurata, Milano-Parigi. E Trenitalia, il primo operatore straniero a sfidare il monopolista francese Sncf a casa sua, pensa già ad altri traguardi.
Li illustra su La Stampa, l’amministratore delegato Luigi Corradi, che ieri ha viaggiato sul primo treno ad alta velocità, Frecciarossa 1000, che è partito dal capoluogo lombardo in direzione della capitale francese.
Frecciarossa 1000 (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 18.12.2021
Frecciarossa 1000 Milano-Lione-Parigi, partita la prima corsa - Foto
Attualmente il programma prevede due andate e ritorno Parigi-Milano, in meno di sette ore, ogni giorno e altre corse tra Torino e Lione.
“Già pensiamo anche a tre andate e ritorno aggiuntive fra Parigi e Lione. Ma vediamo prima i risultati che otterremo con le prime corse. È un esperimento”.
Con il primo debutto fuori dai confini italiani, Trenitalia ha avuto già primi dati confortanti con moltissime prenotazioni “perfino a Pasqua e fino a giugno”, dice Corradi.
Un'altra tratta in via di valutazione è quella con Marsiglia e da qui di nuovo a Parigi.
“E poi stiamo preparando il nostro lancio in Spagna: sarà fra un anno. Partiremo con la linea Madrid-Barcellona, ma c’è l’idea di arrivare fino a Siviglia”.
Un percorso passo passo, “iniziamo e vediamo dopo la Francia e la Spagna, pensiamo al corridoio che va verso l’Austria e la Germania, dove già operiamo coni treni di notte”.

Più ferro e meno gomma

Corradi spiega a La Stampa che l’obiettivo di questa esperienza oltre frontiera non è quella di fare concorrenza a Sncf, ma di “portare l’esperienza che sta funzionando molto bene in Italia anche in Francia, indipendentemente da quello che fanno loro. Possiamo avere successo. Non guardiamo così da vicino gli altri, ma noi stessi, il mercato e cosa la gente vuole”.
E poi, non bisogna tralasciare l’impatto del trasporto su rotaia.
“È pure una questione di sostenibilità ambientale. Ed è un concetto europeo. Per questo sul muso del Frecciarossa 1000 è impressa la bandiera dell’Ue. Questo è un treno europeo”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала