Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Strage in Guatemala: 13 persone uccise nello scontro tra indigeni di due villaggi

© AP Photo / Moises CastilloЖенщина несет крест во время паломничества в Сан-Висенте-Пакая, Гватемала
Женщина несет крест во время паломничества в Сан-Висенте-Пакая, Гватемала - Sputnik Italia, 1920, 19.12.2021
Seguici su
Tra le vittime ci sarebbero anche donne e bambini, riporta la polizia che ha definito il massacro "un fratricidio". Le comunità sono in conflitto per il controllo di terra e pozzi d'acqua.
Tredici persone sono rimaste uccide in Guatemala nello scontro tra due villaggi abitati da comunità indigene, in lotta fra loro per il controllo di territori e depositi di acqua.
Il massacro è avvenuto nel villaggio di Chiquix, situato vicino a Nahualá, al confine con Santa Catarina Ixtahuacán. Qui la polizia ha ritrovato dodici persone uccise, secondo quanto riporta un comunicato ufficiale della Policia Nacional Civil diffuso sui social.
"Tra i deceduti ci sono bambini, uomini e donne che si aggiungono alla tragica morte di un poliziotto", si legge nella nota. .
Altri due agenti, inoltre, sono stati feriti e sul luogo è stato ritrovato un camion dato alle fiamme e una pattuglia della polizia con molteplici perforazioni da proiettile.
Secondo quanto riporta Associated Press l'agente sarebbe stato ucciso la settimana scorsa mentre effettuava delle ronde di sicurezza.
La polizia ha definito la strage un "intollerante ed incomprensibile fratricidio" e ha pubblicamente espresso la sua condanna per "questi atti inumani e irrazionali".
Il conflitto è acceso da oltre un secolo all'interno della comunità Maya che vive nell'Ovest del Paese. Al centro della contesa il controllo di depositi d'acqua e alcune strade che gli indigeni dei due villaggi condividono ma che rivendicano come proprie.
L'anno scorso, a causa dei violenti che hanno causato la morte di diverse persone, il governo ha dichiarato lo stato d'assedio per cercare di disinnescare la violenza.
Il vicepresidente guatemalteco Guillermo Castillo ha guidato un tavolo di dialogo, ma fino ad ora non ha avuto il risultato sperato. Il ministro dell'Interno Gendry Reyes ha promesso agli abitanti della regione il rafforzamento della polizia nei due comuni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала