Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Marte ha più acqua di quanto si creda: è nascosta in un Grand Canyon

© REUTERS / NASA/JPL-CaltechPerseverance su Marte
Perseverance su Marte - Sputnik Italia, 1920, 18.12.2021
Seguici su
Cinque anni dopo il suo lancio, la missione ExoMars Trace Gas Orbiter ha scoperto che ci sono grandi quantità di acqua sotto una catena montuosa.
La scoperta dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e di Roscosmos ha inaugurato una nuova tappa nell'esplorazione spaziale che da decenni punta - indipendentemente dal Paese che la finanzia - a trovare spazi alternativi per l'umanità nel caso la Terra non dovesse rendersi più abitabile.
La missione ExoMars (Exobiology on Mars) ha trovato acqua in un'area del pianeta rosso nota come Valles Marineris, che nella struttura è simile al Grand Canyon dell'Arizona, ma nelle dimensioni è 10 volte più lunga e 20 volte più larga.
Sotto la superficie di questa fascia montuosa si trovano depositi d'acqua, come riportato dallo strumento FREND, del Trace Gas Orbiter (TGO), il cui obiettivo è rilevare e mappare tutto l'idrogeno che trova mentre attraversa il suolo di questo pianeta.
Il Grand Canyon di Marte si trova a sud dell'equatore del pianeta, dove le temperature non sono così basse da far gelare l'acqua. Le più alte concentrazioni di H2O su Marte si trovano ai poli.
"FREND ha rivelato un'area con una quantità insolitamente grande di idrogeno nel colossale sistema di canyon di Valles Marineris. Supponendo che l'idrogeno che vediamo sia legato alle molecole d'acqua, fino al 40% del materiale vicino alla superficie in questa regione sembra essere acqua", ha spiegato Igor Mitrofanov dell'Istituto di ricerca spaziale dell'Accademia delle scienze russa a Mosca.
L'area in cui è stata scoperta l'acqua ha le dimensioni dei Paesi Bassi e confina con le profonde valli di Candor Chaos, una struttura geologica sul Pianeta Rosso, dove i ricercatori ritengono che ci siano ancora più riserve di liquido, ha affermato l'ESA in una nota.
"Abbiamo scoperto che una parte centrale della Valles Marineris è piena d'acqua, molto più di quanto ci aspettassimo. Questo è molto simile alle regioni del permafrost della Terra, dove il ghiaccio d'acqua persiste in modo permanente sotto il suolo asciutto a causa delle basse temperature costanti", ha aggiunto Alexey Malakhov, anche lui membro dell'Istituto di ricerca spaziale dell'Accademia delle scienze russa.
ExoMars Trace Gas Orbiter fa parte della missione spaziale ExoMars ed è stato lanciato il 14 marzo 2016. È anche in grado di identificare il metano atmosferico e altri gas, caratteristica che lo aiuterà a determinare se c'è attività biologica su Marte.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала