Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Danimarca inizierà presto a rivedere le richieste di risarcimento degli allevatori di visoni

© Sputnik . Kirill Shipitsin / Vai alla galleria fotograficaUn visone
Un visone - Sputnik Italia, 1920, 18.12.2021
Seguici su
La Danimarca inizierà presto a processare le richieste di risarcimento presentate dagli allevatori di visoni, colpiti dalla decisione del governo di macellazione preventita di tutti gli animali per il rilevamento di ceppi di Covid-19. Lo ha affermato sabato il ministero danese dell'Alimentazione, dell'agricoltura e della pesca.
"La Danimarca inizierà una valutazione delle richieste di risarcimento per le imprese che hanno cessato l'attività e hanno perso i loro guadagni per i successivi nove anni", ha affermato il ministero in una nota.
All'inizio dell'anno, il parlamento danese ha accettato di pagare agli allevatori di visoni un risarcimento pari a 18,8 miliardi di corone danesi (circa 2,8 miliardi di euro) per la macellazione del loro bestiame, iniziativa che aveva sollevato polemiche in tutta Europa. A novembre, gli allevatori di visoni hanno chiesto di essere pagati altri 600 milioni di corone danesi.
Le imprese avranno la possibilità di iniziare a richiedere il risarcimento da lunedì. L'importo del risarcimento per ogni azienda agricola sarà valutato da sei agenzie indipendenti.
Da gennaio, le autorità danesi hanno già pagato agli allevatori di visoni un risarcimento di oltre 3 miliardi di corone danesi.
Прибытие премьер-министра Дании Метте Фредериксен на саммит ЕС в Брюссель - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2021
Abbattimento visoni, l'auto della premier danese è stata vandalizzata durante l'udienza
Nel novembre 2020, la Danimarca ha annunciato l'abbattimento di massa di tutti i visoni nel Paese, circa 17 milioni, perché in alcune specie era stato rilevato un ceppo di coronavirus e si temeva che gli esseri umani avrebbero potuto contrarre la malattia dagli animali.
A dicembre, le autorità danesi hanno adottato una legge che vietava l'allevamento e la detenzione di visoni nel Paese fino al 31 dicembre 2021, a causa del rischio di ricomparsa dell'infezione di Covid-19 e delle varianti. Il governo ha ammesso di non avere avuto il diritto legale di chiedere ai proprietari di allevamenti di visoni di abbattere il loro bestiame prima che la legislazione in materia fosse approvata.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала