Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Variante Omicron? Per Crisanti è già da tempo in Italia

Andrea Crisanti - Sputnik Italia, 1920, 17.12.2021
Seguici su
La variante Omicron si aggirerebbe già da tempo in Italia, a sentire il microbiologo Crisanti, ed infetterebbe i vaccinati. Preoccupano i mezzi pubblici, possibili diffusori del virus. Si auspica, in proposito, l'uso di mascherine Ffp2. Avanti con le vaccinazioni dei bambini, "i dati che arrivano da USA e Israele sono molto confortanti".
Esprime preoccupazione il professor Andrea Crisanti circa la variante Omicron. Innanzitutto, perché la variante sarebbe già in circolazione nel Belpaese.
Il professore riporta anche i dati relativi all'andamento dell'infazione da tale variante in Gran Bretagna, dove si pensa di arrivare a quota 1 milione di casi al giorno, quando solo una settimana fa "lì erano a 50mila casi al giorno".
Sottolinea il fatto, non da poco, che suddetta variante infetta anche le persone che hanno già effettuato 2 dosi di vaccino e presenta peculiarità che la pongono al di sopra della già di per sè pericolosa, e precedente, variante Delta, in quanto quest'ultima, di contro, viene bloccata dai vaccini.
Priorità terze dosi per vincere la malattia e superare l'emergenza, sottolinea il microbiologo.
Intanto, l'Italia supera la quota dei 25mila casi giornalieri.

"Bisogna diminuire le possibilità di infettarsi: i mezzi pubblici sono un problema, bisognerebbe usare la mascherina Ffp2. Poi bisogna affrontare il problema delle scuole: bisogna vaccinare i bambini, i dati che arrivano da USA e Israele sono molto confortanti. Non è come il vaccino contro la varicella, questo vaccino può dare come effetto il mal di testa o la febbre nel 20% dei casi, ma il giorno dopo si sta bene", dice Crisanti a Piazzapulita.

Gli fa eco da Genova Bassetti, il quale dice all'Adnkronos che il picco "è probabile", anche se il direttore della Clinica di malattie infettive al San Martino di Genova smorza i toni sull'allarme per la variante Omicron, sottolinenando che "ad oggi come Paese abbiamo ottenuto grandi risultati in termini di vaccinazioni e quindi non servono correttivi in corsa che aumentano solo il panico delle persone. Dobbiamo essere convinti del lavoro fatto fino ad oggi, perché è stato fatto molto bene".
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 16.12.2021
Sileri: Si parla tanto di dittatura sanitaria, ma il vero dittatore è il virus
Da Milano, Massimo Galli paventa un picco di contagi nell'immediato dopo Natale: "Ci sono tutti i segnali per temere un'ondata di infezioni da Sars-CoV-2 dopo le vacanze di Natale" e aggiunge che "il vaccino è fantastico per molti aspetti, ma non contiene completamente la diffusione del virus. Se c'è parecchia gente che non se lo fa il risultato è questo" anche perché c'è in giro una variante molto contagiosa come la Omicron".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала