Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Pillola abortiva via posta: la decisione della Fda divide gli USA

Donna incinta
Donna incinta - Sputnik Italia, 1920, 17.12.2021
Seguici su
L'agenzia regolatoria americana ha dato il via libera alla possibilità di ricevere la pillola abortiva via posta, con prescrizione online, senza bisogno di recarsi in prima persona dal medico. Ma la decisione fa discutere.
Gli USA sdoganano l’interruzione di gravidanza a domicilio. La Food and Drug Administration americana, infatti, nei giorni scorsi ha dato il via libera alla possibilità di ricevere la pillola abortiva via posta, dopo un consulto telematico, senza bisogno di recarsi in prima persona dal medico.
Una decisione che faciliterà l’aborto farmacologico per le donne residenti negli Stati in cui sussistono le maggiori restrizioni. È il caso del Texas, dove dopo le prime sei settimane non è più possibile interrompere volontariamente la gravidanza e i medici che praticano l’aborto possono essere incriminati.
La Fda ora apre alla possibilità di farsi prescrivere la pillola da remoto e di riceverla per posta. Il requisito che imponeva di presentarsi di persona dal medico per la prescrizione del medicinale era stato allentato nei primi mesi della pandemia, anche se era rimasto in vigore.
Ora, il pronunciamento della Fda stravolge le regole che da circa 20 anni disciplinano l’interruzione della gravidanza negli USA. Secondo l’American Civil Liberties Union, infatti, questo tipo di restrizioni avrebbe potuto “bloccare o ritardare le cure mediche, specialmente per le persone con basso reddito o le comunità rurali”.
Ma le associazioni pro-vita già protestano, opponendo che la possibilità di ricevere il mifepristone per posta aumenterà il rischio di complicazioni collegate agli effetti collaterali provocati dal principio attivo. I più comuni sono crampi, emorragie, nausea, mal di testa e diarrea. In qualche caso, per bloccare il sanguinamento può essere necessario anche l’intervento chirurgico.
Neonato - Sputnik Italia, 1920, 09.10.2021
Texas, la Corte d'appello federale ripristina la legge sul divieto all'aborto
L’aborto farmacologico è stato introdotto negli Stati Uniti a partire dal 2000, quando l’Fda approvò il mifepristone per l’interruzione della gravidanza entro le 10 settimane di gestazione. Oggi, il 40 per cento delle procedure è svolto con la pillola abortiva, con la percentuale che è aumentata durante la pandemia.
Inizialmente, la Fda aveva previsto diverse limitazioni, a partire dalla prescrizione medica e un’autocertificazione da parte delle pazienti sull’accettazione dei rischi medici. Dal 2000, secondo i dati dell’ente regolatorio, ci sono stati 26 decessi collegati al medicinale.
La decisione della Fda ha avuto l’effetto di rinfiammare il dibattito, alla vigilia della decisione della Corte suprema di annullare la sentenza Roe v. Wade del 1973, che garantisce il diritto di abortire a livello nazionale.
La decadenza del pronunciamento potrebbe condurre all’inasprimento dei divieti nei 20 Stati repubblicani. “La decisione della FDA rappresenta un enorme sollievo per innumerevoli pazienti”, per Georgeanne Usova, avvocato dell'ACLU, che chiede di abrogare anche le rimanenti “restrizioni medicalmente inutili sul mifepristone”.
La presidente della Marcia per la Vita, Jeanne Mancini, interpellata dall’Associated Press, invece, obietta che la decisione “porterà a una perdita ulteriore di vite con l’aborto e aumenterà il numero delle madri che soffriranno fisicamente e psicologicamente con l’aborto chimico”.

Le regole in Italia

In Italia, nell’agosto del 2020 il ministero della Salute aveva emanato delle nuove linee guida sull’aborto farmacologico con la Ru486, abolendo l’obbligo di ricovero per la somministrazione e prolungando il periodo per la somministrazione da sette a nove settimane.
La pillola, approvata dall’Aifa nel 2009, può essere assunta, quindi, anche in day hospital. La decisione aveva suscitato l’opposizione di alcune regioni, come il Piemonte.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала