Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Usa, la Marina si unisce all'Aviazione nel congedare i militari non in regola con il vaccino

© AP Photo / Mindaugas KulbisSoldati americani in Lituania
Soldati americani in Lituania - Sputnik Italia, 1920, 16.12.2021
Seguici su
ll portavoce delle forze aeree americane Ann Stefanek ha confermato che 27 aviatori sono stati tra i primi a essere congedati dal servizio per non aver obbedito a un ordine che richiedeva loro la vaccinazione contro il Covid. I militari non avevano esenzioni valide ed hanno rifiutato di vaccinarsi entro la scadenza prefissata del 2 novembre.
Mercoledì, la Marina degli Stati Uniti ha annunciato che avrebbe applicato l'ordine sull'obbligo di vaccino contro il Covid-19 per i membri in servizio, ed avrebbe iniziato "l'allontanamento amministrativo" per tutti coloro che si sarebbero ancora rifiutati di vaccinarsi contro il coronavirus.
Il viceammiraglio John B. Nowell Jr., capo del personale navale, ha evidenziato in una nota del 15 dicembre che è una prassi di servizio che coloro che rifiutano il vaccino Covid-19 "siano catalogati per l'allontanamento il prima possibile".
Secondo il Pentagono, i membri della Marina degli Stati Uniti e del Corpo dei Marines degli Stati Uniti avevano tempo fino al 28 novembre per essere vaccinati, mentre i membri della Riserva avrebbero tempo fino al 28 dicembre.
I membri del servizio che hanno legittime esenzioni dall'effettuare la vaccinazione Covid-19, o richieste in sospeso, non verranno presi in considerazione per l'allontanamento dal servizio. Se però la richiesta di esenzione di un membro del servizio verrà negata, dovrà iniziare la serie di vaccinazioni entro cinque giorni dalla notifica.
Le truppe in servizio attivo o i membri della comunità di supporto a tempo pieno della Riserva che rifiutano il vaccino contro il Covid-19 vedranno il loro processo di allontanamento amministrativo dal servizio accelerato al fine di "massimizzare la velocità e l'equità nel raggiungimento di una forza completamente vaccinata", in accordo con il messaggio dell'amministrazione navale, la NAVAMIN.
"Sebbene la stragrande maggioranza dei membri del servizio della Marina abbia già ricevuto il vaccino, rimane nell'interesse della Marina incoraggiare i restanti membri del servizio della Marina a vaccinarsi completamente il prima possibile e, in quel momento, considerarli per il mantenimento nella forza militare di appartenenza", ha affermato Nowell nella dichiarazione citata.
I marinai che rifiutino il vaccino e che abbiano meno di sei anni di servizio si qualificheranno per un congedo con onore e avranno l'opportunità di andare davanti a una commissione d'inchiesta o a una commissione per l'allontanamento amministrativo (ADSEP).
I marinai che rifiutino il vaccino e che siano in servizio da più di sei anni di servizio correranno invece il rischio di comparire davanti a una commissione per l'allontanamento amministrativo (ADSEP) o una commissione d'inchiesta.
Il primo avviso è indirizzato agli arruolati semplici, mentre il secondo è riservato agli ufficiali di carriera. I marinai che scelgono questa opzione non potranno ricevere un congedo se non "generale", cosa che potrebbe influire sui benefici di carriera del membro in servizio.
Il Pentagono ha riferito che, al 10 dicembre, circa il 96,4% del personale in servizio attivo idoneo è stato vaccinato contro il Covid-19.
L'applicazione da parte della Marina degli Stati Uniti del suo obbligo di vaccinazione contro il Covid-19 arriva appena un giorno dopo che l'Aeronautica statunitense ha rivelato che 27 aviatori erano stati congedati per il loro rifiuto di effettuare le vaccinazioni. Secondo i dati USAF, oltre 1.000 membri del servizio hanno rifiutato il vaccino.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала