Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Quegli irriducibili del vaccino: ecco quanti sono a rifiutare l'obbligo

© Sputnik . Aleksey Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaPolizia italiana
Polizia italiana - Sputnik Italia, 1920, 16.12.2021
Seguici su
Un migliaio di poliziotti e circa 50mila insegnanti rischiano di ritrovarsi senza stipendio. E in molti decidono di presentare ricorso.
All’indomani dell’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per insegnanti, forze dell’ordine, sanitari e personale delle Rsa, sono circa un migliaio gli agenti no-vax che rischiano di essere sospesi dal servizio. La stima è del sindacato di Polizia Coisp.
Nonostante l’annuncio dell’introduzione dell’iniezione obbligatoria abbia fatto scattare una vera e propria corsa al vaccino, con la percentuale di vaccinati che è passata dall’84 al 92 per cento tra le forze armate, c’è ancora un gruppo di irriducibili.

Mille poliziotti rischiano la sospensione

Nella polizia si tratta dell’1 per cento, secondo il segretario dello stesso sindacato, Domenico Pianese, intervistato da TgCom24. In una lettera alla ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, e al capo della Polizia, Lamberto Giannini, il Coisp ha espresso preoccupazione “per quelle famiglie che si vedranno togliere l'unica fonte di sostentamento per sei mesi”.
La sanzione per chi non si vaccina, infatti, è la sospensione dal servizio e la perdita dello stipendio. Una misura che l'organizzazione sindacale giudica "eccessiva". “In caso di sospensione disciplinare e/o cautelare, - prosegue infatti la lettera - al personale della Polizia di Stato, al pari di quello delle altre Amministrazioni Pubbliche, spetta il diritto” ad un “assegno alimentare in misura non superiore alla metà dello stipendio, oltre gli assegni per carichi di famiglia”.

“Può forse non ritenersi assolutamente irrazionale la previsione del citato 'assegno alimentare' nei confronti di un dipendente sospeso in quanto indagato per gravi delitti ed il diniego di tale 'assegno' a chi semplicemente non intende vaccinarsi”?, si domanda il sindacato.

Scuola con banchi - Sputnik Italia, 1920, 14.12.2021
Scuola, obbligo vaccinale per docenti e personale ATA dal 15 dicembre

50mila insegnanti no-vax

Sono circa 50mila, invece, gli insegnanti che rifiutano di sottoporsi alla vaccinazione anti-Covid. Il 5 per cento del totale, secondo i dati forniti a Mediaset da Antonello Giannelli, dell’Associazione Nazionale Presidi.
Nel computo, però, fa sapere il portavoce dei dirigenti scolastici “è compresa almeno una metà che non si può vaccinare".
Per questo, molti presidi, nelle prossime settimane, avranno a che fare con ricorsi legali.
Anche sul fronte della scuola, secondo i sindacati, e in particolare la Flc Cgil, “restano molte questioni non chiarite”. In particolare, spiega l’organizzazione, ”sull'utilizzo in altri compiti del personale non obbligato a vaccinarsi e sugli obblighi del personale assente per malattia".
L’organizzazione chiede quindi al ministero di “fornire indicazioni chiare e puntuali agli istituti che hanno bisogno di certezze operative, tanto più in una situazione in cui non si sono previste quelle risorse aggiuntive che avrebbero potuto risolvere tutte quelle criticità che la pandemia ha fatto via via emergere nel corso di questo difficile periodo”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала