Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'ex poliziotto Derek Chauvin si dichiara colpevole di aver violato i diritti civili di George Floyd

© YouTube/CNBC TelevisionL'ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin ascolta mentre la giuria conferma il verdetto nel caso dell'omicidio di George Floyd.
L'ex agente di polizia di Minneapolis Derek Chauvin ascolta mentre la giuria conferma il verdetto nel caso dell'omicidio di George Floyd.  - Sputnik Italia, 1920, 15.12.2021
Seguici su
L'ex ufficiale di polizia di Minneapolis, Derek Chauvin, insieme ad altri tre ex poliziotti, inizialmente si è dichiarato non colpevole delle accuse di violazione dei diritti civili federali in relazione all'uccisione dell'afroamericano George Floyd. Chauvin è stato considerato colpevole del suo omicidio e condannato a 22 anni e mezzo di carcere.
L'ex ufficiale di polizia Derek Chauvin mercoledì si è dichiarato colpevole di aver violato i diritti civili di George Floyd, cambiando la sua dichiarazione iniziale.
L’assunzione di colpevolezza significa essenzialmente che Chauvin si risparmierà un processo federale a gennaio. Altri tre ex poliziotti accusati di reati di tipo federale insieme a Chauvin, devono ancora affrontare il processo su quelle accuse.
Il suo patteggiamento, secondo un rapporto dell'affiliata NBC, contiene assicurazioni che le accuse federali saranno respinte in un atto separato, ma viene stabilito anche che Chauvin non potrà mai più indossare la divisa di ufficiale di polizia.
Dopo essere stato condannato per l'omicidio di Floyd in primavera, Chauvin si è dichiarato non colpevole per violazione dei diritti civili, così come hanno fatto i suoi tre ex colleghi.
Secondo le accuse Chauvin aveva privato Floyd dei suoi diritti inginocchiandosi sul suo collo mentre quest'ultimo era ammanettato e non opponeva resistenza, e poi è accusato di omissione di soccorso per non aver prestato assistenza medica.
Floyd è morto durante un fermo di polizia in un pomeriggio di fine maggio 2020. Chauvin si è inginocchiato sul suo collo mentre Floyd era a terra da quasi 10 minuti. Un video che mostrava il suo arresto e la sua morte è diventato rapidamente virale e ha causato una massiccia protesta pubblica, spingendo un'ondata di proteste a livello nazionale contro la brutalità della polizia e il razzismo.
Per Chauvin questo non è l'unico caso in cui è stato accusato di uso eccessivo della forza, in quanto è contemporaneamente sotto accusa in relazione a un incidente del 2017 con un ragazzo che all’epoca dei fatti aveva 14 anni. L'ex poliziotto si è dichiarato colpevole di aver privato il ragazzo del suo diritto costituzionale di essere libero dall'uso della forza irragionevole. Durante l'arresto del 2017, Chauvin ha tenuto il ragazzo per la gola e ha tenuto il suo ginocchio sul suo collo e sulla parte superiore della schiena mentre era ammanettato e non opponeva alcuna resistenza.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала