Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I primi 2 dei 28 Eurofighter Typhoon di Leonardo arrivano in Kuwait

© AP Photo / Markus LeodolterUn caccia Eurofighter "Typhoon"
Un caccia Eurofighter Typhoon - Sputnik Italia, 1920, 15.12.2021
Seguici su
Lo annuncia l'azienda italiana in una nota. Il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini: "Importante passo per il consolidamento della posizione dell’industria italiana nel mondo”.
Sono arrivati dall’Italia in Kuwait scortati due tanker KC-767 del 14esimo Stormo di Pratica di Mare e da due Eurofighter del quarto Stormo Caccia di Grosseto, i primi due Eurofighter Typhoon della commessa di 28 velivoli destinati alle forze aeree del Paese arabo.
I caccia, prodotti da Leonardo, sono tra i più avanzati tecnologicamente tra quelli realizzati nell’ambito del programma Eurofighter, gestito dall’omonimo consorzio con sede a Monaco, in Germania, e partecipato da Leonardo, che ha un ruolo di primo piano nella realizzazione della “componente aeronautica e in quella dell’elettronica di bordo”.
Caratteristica principale degli Eurofighter ordinati dal Kuwait è il nuovo radar a scansione elettronica AESA (Active Electronically Scanned Array), progettato proprio dall’azienda italiana.
Per questo, ha detto il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, l’operazione dimostra il “successo dei prodotti dell’industria nazionale all’estero e rappresenta un importante passo per il consolidamento della posizione dell’industria italiana nel mondo”.
“La Difesa – ha aggiunto Guerini - è di stimolo per lo sviluppo di prodotti innovativi e sempre più tecnologicamente avanzati”.
Non è un caso che la consegna dei primi due velivoli sia stata completata nel 2021, anno che segna il 60esimo anniversario delle relazioni italo-kuwaitiane.
“Gli Eurofighter Typhoon che abbiamo realizzato per la Forza Aerea del Kuwait sono i più avanzati mai prodotti nella storia del programma europeo. – spiega Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo - Equipaggeremo il paese con una importante capacità di difesa aerea e, in sinergia con l’Aeronautica Militare, abbiamo addestrato i loro piloti nei nostri centri di formazione in Italia realizzando infrastrutture all’avanguardia in Kuwait per ospitare e manutenere una flotta di 28 velivoli”.
La consegna avvenuta oggi, ha detto, “è il risultato di una proficua collaborazione tra i due paesi, che ha visto lavorare in maniera sinergica Istituzioni, Forze Armate e Industria”.
La cooperazione tra Italia e Kuwait nel campo dell’aeronautica si allarga anche alla formazione dei piloti, funzionale anche, spiega Leonardo in una nota, “alla conversione operativa dei piloti sul caccia Eurofighter presso il 20esimo Gruppo del quarto Stormo di Grosseto e la formazione dei manutentori di aeromobili della stessa linea”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала