Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il Copasir sente il direttore di Enel su autonomia e sicurezza energetica in Italia

© Foto : EnelUno centrale ad energia eolica di Enel
Uno centrale ad energia eolica di Enel - Sputnik Italia, 1920, 14.12.2021
Seguici su
Il Comitato ha esaminato le attività del Gruppo, il suo ruolo e la sua strategia nel contesto della transizione ecologica e del “Green deal” europeo.
Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir) ha ascoltato il direttore Italia di Enel, Nicola Lanzetta.
Un’audizione organizzata nell'ambito dell'indagine conoscitiva sulla sicurezza energetica nell'attuale fase di transizione ecologica del Paese.
Il presidente del Copasir, Adolfo Urso, ha fatto sapere che "si sono esaminate le attività del Gruppo, uno dei principali attori a livello globale nel settore energetico con particolare evidenza al ruolo e alla strategia di Enel in Italia nell'ambito del processo di transizione ecologica del nostro Paese, nel più ampio contesto del 'green deal' europeo".
In questo contesto, il Copasir ha voluto approfondire "il tema della autonomia energetica, della sicurezza e della diversificazione delle forniture e l'impegno di Enel nel settore delle fonti energetiche rinnovabili e le caratteristiche della disciplina autorizzatoria in materia”, ha aggiunto Urso.
Uno dei punti da approfondire, ha sottolineato il presidente, è stato quello “dei sistemi di accumulo di energia, fortemente connesso con le caratteristiche di ciclicità nella disponibilità delle fonti rinnovabili".
Domani è prevista l'audizione del ministro dell'Economia Daniele Franco e venerdì del presidente di Enea, Gilberto Dialuce.

Enel e le rinnovabili

Enel, primo operatore al mondo per la gestione delle rinnovabili, ha deciso l’accelerazione sul fronte della decarbonizzazione e per questo ha rivisto il suo Piano industriale.
Nella strategia presentata dalla società, controllata per il 23,6% dal ministero dell’Economia, si prevede di chiudere entro il 2027 tutte le centrali a carbone del gruppo Enel nel mondo.
Un passo che sarà raggiunto in Italia già nel 2025, con l’unica incognita delle centrali in Sardegna.
E poi lo stop anche alle centrali a gas una decina di anni dopo, con la neutralità carbonica con 10 anni di anticipo, già nel 2040.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала