Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Eni si rafforza in Algeria: firmato nuovo contratto da 135 milioni di barili

© AP Photo / Luca BrunoIl quartiere generale dell'ENI a Milano
Il quartiere generale dell'ENI a Milano - Sputnik Italia, 1920, 14.12.2021
Seguici su
E un protocollo di intesa sulla transizione energetica. Descalzi: gli accordi testimoniano l’impegno nostro e di Sonatrach di proseguire nella strategia di sviluppo condivisa e sulla decarbonizzazione.
Si consolida la posizione e la presenza di Eni in Algeria. Il colosso del cane a sei zampe, infatti, ha firmato un nuovo contratto petrolifero e un protocollo d'intesa sulla transizione energetica.
Le intese sono state firmate dall’amministratore delegato di Sonatrach, Toufik Hakkar, e dal numero uno di Eni, Claudio Descalzi, ad Algeri. Presente anche il ministro dell’Energia e delle Miniere, Mohamed Arkab, e l’ambasciatore d’Italia ad Algeri, Giovanni Pugliese.
Il contratto di sfruttamento è relativo a un’area onshore nel bacino di Berkine ed è il primo che viene firmato in base a una nuova legge relativa al settore petrolifero in Algeria. Il potenziale è di 135 milioni di barili di olio equivalenti nella prima fase.
L’area di riferimento è presidiata da Eni dal 1981 e si estende per 7.880 chilometri quadrati.
Il contratto è relativo a una zona che si trova vicino ad asset produttivi già operati dalla joint venture Eni-Sonatrach: Menzel Ledjemet Est e Central Area Field Complex.

Descalzi: “Una conferma”

Per l’ad di Eni, “la firma di questi accordi è la testimonianza dell'impegno di Sonatrach e di Eni a proseguire nella strategia condivisa di sviluppo accelerato dei progetti, e di perseguire gli obiettivi di decarbonizzazione nell'ambito del nostro impegno comune al raggiungimento della neutralità carbonica".
La produzione nell’area di Berkine partirà entro la fine del 2022.
Intanto, per quanto riguarda il protocollo d’intesa per la cooperazione nel settore della transizione energetica, prevede la valutazione di opportunità congiunte nei campi delle rinnovabili, dell’idrogeno, della cattura, utilizzo e stoccaggio della CO2, della bio-raffinazione, e di molteplici altre iniziative in linea con i rispettivi obiettivi di decarbonizzazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала