Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Covid Italia, Sileri: "Difficilmente si arriverà di nuovo ad avere zone rosse"

© AP Photo / Andrew MedichiniPierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri - Sputnik Italia, 1920, 14.12.2021
Seguici su
Il sottosegretario alla Salute ha affrontato anche il tema dell'estensione dell'obbligo vaccinale ad alcune categorie specifiche di lavoratori.
La possibilità di tornare ad avere delle zone rosse in Italia dovute alla pandemia di Covid-19 è piuttosto remota.
Ad affermarlo, in Commissione Affari costituzionali sul tema Obblighi vaccinali e rafforzamento certificazioni verdi Covid-19, è il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.
"Difficilmente si arriverà di nuovo ad avere delle zone rosse. Oggi per la variante Omicron siamo un po' meno preoccupati perchè la terza dose protegge. Stabilire oggi chi deve fare la terza dose a seconda del livello degli anticorpi non è scientificamente possibile", sono state le sue parole.
Sileri è quindi intervenuto sull'estensione dell'obbligo vaccinale ad alcune categorie, quali docenti, personale ATA e forze dell'ordine, sottolineando l'importanza di tale norma.

"L'obbligo vaccinale esteso ad alcune categorie professionali è giustificato dalla constatazione che ciò consente di proteggere gli operatori rispetto al rischio infettivo, protegge i pazienti nel caso degli operatori sanitari, serve a difendere l'operatività dei servizi sanitari garantendo la qualità delle prestazioni erogate. Si ribadisce che l'introduzione di un trattamento sanitario obbligatorio consente di vedere rispettato il principio della riserva di legge statale", ha proseguito Sileri.

Per il sottosegretario, l'introduzione dell'obbligatorietà vaccinale risponde ai "principi fondamentali in materia di tutela della salute attribuiti alla potestà legislativa dello Stato", oltre che all'obbligo di garantire delle cure efficaci in condizioni di eguaglianza in tutto il Paese.

L'estensione dell'obbligo vaccinale

A partire dalla giornata di domani, mercoledì 15 dicembre, scatta l'obbligo vaccinale per tutto il personale della scuola.
Presidi, collaboratori scolastici, docenti e personale tecnico amministrativo saranno tutti tenuti a sottoporsi alla vaccinazione, dalla scuola materna alle superiori statali.
Inoltre, il vaccino diventerà obbligatorio per i dipendenti delle scuole non paritarie, dei servizi educativi per l'infanzia, dei centri provinciali per l'istruzione degli adulti, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale e dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала